Il killer del Texas diceva alle ragazze che le avrebbe stuprate e minacciava stragi sui social

Fanpage.it ESTERI

“Siamo profondamente rattristati da questa indicibile perdita e stiamo collaborando con le forze dell'ordine nelle loro indagini”, così un portavoce di Yubo alla Cnn.

E oltre alle armi, sui social l’autore della strage di bambini avrebbe anche minacciato di stuprare alcune ragazze.

In un messaggio esaminato dalla Cnn, il killer avrebbe inviato a un contatto una ricevuta da 2000 dollari che testimoniava l’acquisto di armi online da un produttore della Georgia (Fanpage.it)

Ne parlano anche altre testate

Abbott ha inoltre reso noto che un donatore anonimo ha offerto 175.000 dollari per coprire le spese dei funerali. La madre del premio Oscar era un'insegnante e lavorava in una scuola a un chilometro da quella della strage (Corriere del Ticino)

Un portavoce di Yubo ha dichiarato alla Cnn che stanno collaborando con le forze dell’ordine alle indagini «Le pistole sono noiose», ha risposto la persona a cui il killer della scuola elementare ha inviato la ricevuta. (Gazzetta di Parma)

«No», ha risposto Ramos «Le pistole sono noiose», ha risposto la persona a cui il killer della scuola elementare ha inviato la ricevuta. (Corriere del Ticino)

Un portavoce della piattaforma ha dichiarato di star adesso collaborando con le forze dell’ordine per aiutare le indagini, ma i ragazzi sentiti dalla Cnn hanno raccontato che, nonostante le numerose segnalazioni, prima del tragico evento nulla è stato fatto per limitare la presenza dell’autore della strage sull’app, o le sue dichiarazioni allarmanti. (Open)

Forse avrebbe voluto parlarle del piano sulla scuola elementare, pensa ora la ragazza. di Greta Privitera. Prima di compiere il massacro alla scuola elementare, Ramos ha scritto a una ragazza su Instagram che dice di non conoscerlo. (Corriere della Sera)

Lo dicono diverse coetanee che frequentavano lo stesso liceo del 18enne, le cui testimonianze sono state raccolte dal New York Post. Salvador Ramos, il killer che ha ucciso 21 persone in una sparatoria alla scuola elementare di Uvalde, in Texas, il 24 maggio, era anche «violento verso le donne». (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr