Covid, aumento ricoveri minori per tentato suicidio/ Colpa di pandemia e isolamento

Il Sussidiario.net INTERNO

Ma durante la pandemia quali sono state le cause che hanno indotto molti adolescenti e persino bambini a tentare di farla finita?

Stando a quanto si apprende, le ospedalizzazioni per “ideazione suicidaria e tentativo di suicidio” sono passate dal 17% (dato relativo al mese di gennaio 2020, ovvero pre-pandemia) al 45% sul totale dei ricoveri nello stesso mese del 2021.

Come si può spiegare questo trend e come si può avere cura della salute mentale e del modo in cui i più piccoli vivono e guardano coi loro occhi questo periodo straordinario e inedito per il mondo?

Le conseguenze sono state autolesionismo e comportamenti suicidari (queste le forme di malessere più spesso riscontrare nel caso di ricoveri ospedalieri). (Il Sussidiario.net)

Se ne è parlato anche su altre testate

Per far fronte a questa emergenza, al Bambino Gesù parte un servizio dedicato alla prevenzione del suicidio in età evolutiva. Roma, 10 settembre 2021 - Il suicidio costituisce la seconda causa di morte nei giovani di età compresa tra i 15 e i 24 anni e l’autolesionismo colpisce in Europa circa 1 adolescente su 5. (Quotidiano.net)

Nell’ambito dell’età adulta molte revisioni della letteratura e metanalisi sono state svolte relativamente all’efficacia della terapia ACT, tuttavia nel contesto dell’età evolutiva sono presenti – tra gli studi condotti – solamente due revisioni non strutturate della letteratura, una revisione sistematica e una metanalisi. (State of Mind)

L'iniziativa è lanciata oggi, nella giornata mondiale dedicata a questo fenomeno in crescita Per far fronte a questa emergenza, al Bambino Gesù parte un servizio dedicato alla prevenzione del suicidio in età evolutiva. (ilmessaggero.it)

Allo stesso modo il numero di ricoverati: sono infatti passati dal 17% del totale dei giovani – nel gennaio 2020 – al 45% all’inizio del 2021. Come conseguenza sono aumentati anche i ricoveri legati al problema: sono infatti passati dal 17% nel gennaio 2020 al 45% del totale nel gennaio 2021. (Il Fatto Quotidiano)

Le misure restrittive anti Covid, l’isolamento e l’incertezza del futuro hanno soffocato sempre di più i ragazzi e le ragazze alle prese con una vita che di colpo non hanno più riconosciuto. Da questi numeri l’idea di un servizio dedicato alla prevenzione del suicidio in età evolutiva promossa dal Bambino Gesù e diffusa proprio nella giornata dedicata al tema. (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr