Auto elettriche: nella Ue immatricolazioni raddoppiano nel secondo trimestre | WSI

Wall Street Italia ECONOMIA

Se è la prima volta che ti registri ai nostri servizi, conferma la tua iscrizione facendo clic sul link ricevuto via posta elettronica.

Abbiamo ricevuto la tua richiesta di iscrizione.

Se vuoi ricevere informazioni personalizzate compila anche i seguenti campi opzionali

(Wall Street Italia)

Su altri media

'Come società puntiamo ad avere 300.000 colonnine al 2030, di cui più della metà ad alta potenza. E' importante, però, che queste infrastrutture siano integrate in ottica smart grid'. Lo ha detto Roberto Colicchio, Head of Business Development Be Charge in occasione del webinar “Le infrastrutture di ricarica, oggi”, organizzato da MOTUS-E (Energia Oltre)

In crescita nel secondo trimestre del 2021, le immatricolazioni di auto a ricarica elettrica nell’Unione Europea. Anche la domanda di auto ibride è fortemente aumentata durante questo periodo di tre mesi, rappresentando il 19,3% delle immatricolazioni di auto nell’Ue (Wall Street Italia)

Lo stesso vale per i rallentamenti: il sistema di recupero dell'energia delle auto elettriche garantisce un efficace decelerazone quando si toglie il piede dall'acceleratore. Si scopre, ad esmpio, che il guidatore di un auto elettrica pianifica prima il viaggio: anche se nella vita di tutti i giorni, quasi nessuno percorre così tanti chilometri per scaricare la batteria. (Giornale di Sicilia)

"Nel secondo trimestre del 2021 il numero di registrazioni di veicoli elettrici ha continuato a crescere. La quota di mercato dei veicoli elettrici a batteria è più che raddoppiata, dal 3,5% nel secondo trimestre del 2020 al 7,5% di quest'anno", afferma il rapporto che mostra dati su vendite di veicoli nuovi e le quote di mercato. (Sputnik Italia)

Non costringo nessuno, ma se qualcuno mi vuole convincere che i bimbi di 12 anni bisogna vaccinarli per andare a scuola non mi convincerà mai". Adnkronos. Il vaccino "io l'ho fatto non perché me lo ha imposto qualcuno ma per libera scelta". (Yahoo Notizie)

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity. Non ottimale anche la percentuale della Nuova Zelanda, dove solo il 30% è intenzionato a passare all'elettrico. (GreenCity)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr