Calabresi su Pietrostefani, arrestato per l’omicidio del padre: “Nessuna soddisfazione per un anziano malato in carcere”

Calabresi su Pietrostefani, arrestato per l’omicidio del padre: “Nessuna soddisfazione per un anziano malato in carcere”
Il Riformista INTERNO

Il riferimento è all’arresto a Parigi di Giorgio Pietrostefani, tra i fondatori di Lotta Continua, condannato a 22 anni di carcere come mandante dell’omicidio Calabresi, del quale si è sempre dichiarato innocente.

Mario Calabresi, giornalista ed ex direttore di Repubblica, ma soprattutto figlio di quel Luigi Calabresi ucciso da Lotta Continua nel 1972 perché ritenuto responsabile della morte dell’anarchico Giuseppe Pinelli, non riesce a provare “soddisfazione nel vedere una persona vecchia e malata in carcere dopo così tanto tempo”. (Il Riformista)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Quando, dopo quasi quarant'anni di latitanza, Cesare Battisti fu arrestato in Bolivia, chiesi a Giacomo Amadori di raccontare la dolce vita dei terroristi fuggiti all'estero. In particolare, avevo in mente Giorgio Pietrostefani, ex capo del servizio d'ordine di Lotta continua, inseguito da una conda (La Verità)

Giorgio Pietrostefani, l’ex leader di Lotta Continua fu condannato per l’uccisione del commissario Calabresi sulla base delle accuse di un unico pentito, Leonardo Marino, che partecipò all’omicidio. Pietrostefani è stato il fondatore con Adriano Sofri di Lotta Continua. (Il Riformista)

La Francia repubblicana è riuscita dove il carcere fallisce metodicamente”, scrive ancora Adriano Sofri “Ora -prosegue Adriano Sofri sul Foglio – gli italiani riparati in Francia durante o dopo gli anni cosiddetti di piombo erano stati alcune centinaia. (Imola Oggi)

Chi è Giorgio Pietrostefani, tra i fondatori di Lotta Continua condannato per l’omicidio Calabresi

Gli arrestati sono Enzo Calvitti, Giovanni Alimonti, Roberta Cappelli, Marina Petrella e Sergio Tornaghi, tutti delle Brigate Rosse; Giorgio Pietrostefani di Lotta Continua; Narciso Manenti, dei Nuclei armati contro il potere territoriale. (AbruzzoLive.tv)

In carcere c’era già stato (nel 1997 si era costituito dopo la prima sentenza definitiva) e non voleva tornarci. Poi il destino da spettro, finito ieri mattina a Parigi (LA NAZIONE)

Pietrostefani fondò insieme ad Adriano Sofri il gruppo extraparlamentare di estrema sinistra "Lotta Continua". La sua storia, e quella dell'Italia degli anni di piombo, si intreccia inesorabilmente con la storia di Arezzo. (ArezzoNotizie)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr