Fipe-Confcommercio: riformare i ristori. — Gazzetta di Salerno

Fipe-Confcommercio: riformare i ristori. — Gazzetta di Salerno
Gazzetta di Salerno ECONOMIA

Siamo consapevoli dello sforzo enorme fatto dal precedente governo per dare risposte ai titolari dei pubblici esercizi, in una situazione di pandemia, ma non possiamo nasconderci che le misure non sono state minimamente sufficienti.

“Il canone di locazione pesa per il 10% sul fatturato delle imprese – spiega Calugi – e rappresenta un costo fisso che in questo momento è insostenibile.

Ciò che serve alle imprese, dopo 14 mesi di blocco delle attività, è riprendere a lavorare in sicurezza

In questo caso, dunque, una richiesta contingente, così come quella di abbattere in maniera significativa il canone Rai per i pubblici esercizi. (Gazzetta di Salerno)

Su altre testate

“Il canone di locazione pesa per il 10% sul fatturato delle imprese – spiega Calugi – e rappresenta un costo fisso che in questo momento è insostenibile. Secondo una ricerca dell’Ufficio Studi di Fipe-Confcommercio, solo il 25% degli imprenditori è riuscito a ottenere uno sconto sugli affitti da parte dei proprietari. (Agipress)

Altre richieste avanzate da Fipe per aiutare i ristoratori sono la riduzione del canone Rai almeno del 50% e un dimezzamento o azzeramento della Tari, visto che i locali chiusi non hanno usufruito del servizio di raccolta rifiuti Una misura già prevista per le strutture turistico ricettive e i tour operator”. (Dimensione Pulito)

Secondo una ricerca dell’Ufficio Studi di Fipe-Confcommercio, solo il 25% degli imprenditori è riuscito a ottenere uno sconto sugli affitti da parte dei proprietari. “Il canone di locazione pesa per il 10% sul fatturato delle imprese – spiega Calugi – e rappresenta un costo fisso che in questo momento è insostenibile. (La Voce del Tigullio)

Allarme Confcommercio: "Solo il 25% degli imprenditori ha ottenuto uno sconto sugli affitti"

Per questo, Alejandra Sastre ha deciso di aiutare le donne a valorizzarsi. CHI È. L’uruguayana Alejandra Sastre si appassiona alla cultura italiana già da piccola, quando all’età di otto anni inizia a frequentare una scuola italiana per volere del padre. (La Repubblica)

Nove imprenditori su dieci bocciano i ristori del governo. I contributi a fondo perduto ricevuti tra il 2020 e il 2021 dai titolari di bar e ristoranti sono stati ritenuti poco o per nulla efficaci Anche perché per circa l’80% dei titolari il contributo ha coperto circa il 10% di quanto perso lo scorso anno. (Milano Finanza)

Siamo consapevoli dello sforzo enorme fatto dal precedente governo per dare risposte ai titolari dei pubblici esercizi, in una situazione di pandemia, ma non possiamo nasconderci che le misure non sono state minimamente sufficienti. (AvellinoToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr