Nessun pentimento, Genco sceglie il silenzio: le telecamere confermano i dettagli dell'orrore. VIDEO

Nessun pentimento, Genco sceglie il silenzio: le telecamere confermano i dettagli dell'orrore. VIDEO
Reggionline INTERNO

Mirko Genco ha parlato di “scambio di effusioni e di un rapporto consenziente” avvenuti al parco, la procura non la pensa così.

“Nessuna dichiarazione di pentimento – spiega l’avvocato Alessandra Bonini – Lui sa quello che è successo, non racconta con frasi farneticanti ed è lucido”.

Leggi e guarda anche. Reggio Emilia. Tribunale. Parma. omicidio. ex Polveriera. Maria Rita Pantani. udienza. femminicidio. (Reggionline)

Se ne è parlato anche su altre testate

Il pm Pantani vuole accertare se ci siano stati ulteriori atti di violenza sulla vittima e ha anche disposto esami tossicologici La Procura ha nominato Vittorio Gatto dell’istituto di Medicina legale del Policlinico di Modena, che ha preso 60 giorni per depositare la sua relazione. (Il Resto del Carlino)

Mirko Genco, il 24enne di Parma, che ha ucciso la 34enne Juana Cecilia Hazana Loayza - ed è accusato anche di violenza sessuale nei suoi confronti - avrebbe registrato gli ultimi minuti di vita della donna con il cellulare. (ParmaToday)

Femminicidio Reggio Emilia. Genco l'ha registrata sin dal momento in cui l'ha raggiunta in un locale. (La Repubblica)

Omicidio, Genco ha registrato l'ultima ora di vita di Juana Cecilia. VIDEO

Mirko Genco ha ripreso gli ultimi 53 minuti di vita della sua ex compagna, prima di ucciderla. Leggi anche > Morta a Reggio Emilia, l'ipotesi choc: «Uccisa dall'ex per una foto sorridente su Instagram». (Leggo.it)

Leggi anche Femminicidio di via Patti, «Il papà accudirà il figlio. Il gip ha replicato: «Si ritiene che qualsiasi accertamento non possa certo corrispondere a un errore ma anzi è funzionale ad evitare tale errore» (La Gazzetta di Reggio)

Una registrazione che il 24enne ha fatto scattare all’uscita dal secondo locale in cui Juana Cecilia Loayza andò la sera in cui venne uccisa. Dopo essere arrivato in città, pare che l’assassino si sia aggirato nelle strade del centro chiedendo ai passanti, foto alla mano, se riconoscessero il locale e se glielo potessero indicare. (Reggionline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr