Il Pd fa la mossa sui licenziamenti ma non c'è intesa. Spiragli solo sul tessile

Il Pd fa la mossa sui licenziamenti ma non c'è intesa. Spiragli solo sul tessile
L'HuffPost INTERNO

È in questo passaggio - il patto con i sindacati che si declina con l’accordo aziendale - che il Pd lancia un gancio alla Cgil.

La mossa per costruire “l’accordo di tutti” che Mario Draghi vuole per cambiare lo schema sui licenziamenti la fa il Pd.

Non solo per una data della proroga del blocco vicina a quella del 31 ottobre, auspicata dal sindacato guidato da Maurizio Landini.

Il punto qui non è tanto la mediazione tra il Pd e la Cgil, quanto la contrarietà degli altri partiti di maggioranza. (L'HuffPost)

Su altri giornali

In tale contesto s'inserisce la visita in Calabria del segretario nazionale dem e dell'ex premier. Il sindaco di Napoli, impegnato nella corsa a governatore della Calabria, aveva annunciato la disponibilità al confronto con entrambi gli schieramenti (LaC news24)

«Non so niente della coalizione, lo ammetto, ma mi pare che non sappiano nulla neppure quelli che seguono da vicino le vicende politiche Marcello Leoni, chef del Pappagallo, progressista e chitarrista guarda con curiosità la tornata elettorale a cui si appresta Bologna. (Corriere della Sera)

Certo, il tempo stringe, soprattutto dopo l’imminente soluzione del problema candidatura nel campo avverso del centrodestra, dove per l’indicazione di Roberto Occhiuto si attende solo l’ufficialità entro fine settimana Arrivano segni di un nuovo approccio del centrosinistra alle elezioni regionali di Calabria del prossimo ottobre. (CatanzaroInforma)

INTERVISTA | Primarie Municipio VII, Alessandro Luparelli: "Portiamo nella competizione radicalità e coraggio"

Luparelli, con Cinecittà Bene Comune siete stati protagonisti di molte iniziative, nel sociale come nell'organizzazione di eventi culturali. Il Municipio VII deve fare la sua parte, perchè abbiamo un solo cinema aperto, non c’è un auditorium, non ci sono teatri di cintura. (RomaToday)

Un passo fatto da Letta è che ha messo tre donne a gestire la comunicazione del Partito. Monica Nardi è stata nominata portavoce del segretario e responsabile della Comunicazione del Partito democratico (Liberoquotidiano.it)

Il voto alle primarie del Pd (foto archivio). Comunque vada, chiunque vincerà il 20 giugno tra Isabella Conti e Matteo Lepore, le primarie del centrosinistra lasceranno cicatrici difficili da rimarginare nel Partito democratico bolognese. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr