Mps-UniCredit: le trattative collassano, è ufficiale. Cronaca di un flop annunciato? Le richieste di Orcel ‘troppo punitive’

Finanzaonline.com ECONOMIA

Si chiuda ora la svendita e si orienti MontePaschi al servizio di famiglie e Pnrr”.

E vedremo pure se tutto questo bailamme è solo una prova di forza tra gli attori della partita e di questo negoziato”.

Una buona notizia per Monte dei Paschi e anche Carige, spine nel fianco del sistema bancario italiano

Chi tifava per il fallimento della trattativa, sa perfettamente che l’alternativa non può essere proseguire come nulla fosse con MPS nazionalizzato, ma una nuova soluzione di mercato“. (Finanzaonline.com)

Ne parlano anche altre fonti

"Non posso rispondere perché non lo so", ha detto Draghi durante la conferenza stampa dopo la riunione del Consiglio europeo. A fine luglio Unicredit aveva accettato di avviare trattative esclusive per l'acquisto di "alcuni asset selezionati" di Mps controllata dal Mef con una quota pari al 64,2%. (AGI - Agenzia Italia)

"Nonostante l'impegno profuso da entrambe le parti Unicredit e Mef comunicano l'interruzione dei negoziati relativi alla potenziale acquisizione di un perimetro definito di Banca Monte dei Paschi di Siena". (Rai News)

Così Enrico Letta, segretario del PD, rispondendo alla domanda di Fabio Fazio sul flop delle trattative tra il Mef e UniCredit su Mps, nel corso della trasmissione @chetempochefa:. "Stiamo parlando di un marchio, il più antico marchio di banca del mondo", ha tenuto a precisare Letta, che ha vinto le elezioni suppletive a Siena per il seggio alla Camera lasciato vacante da Pier Carlo Padoan, ora presidente di UniCredit. (Finanzaonline.com)

I punti chiave Per Mps la soluzione stand alone. . o un’improbabile opzione BancoBpm. Mani libere per Andrea Orcel. Ascolta la versione audio dell'articolo. Per Mps, ovviamente, che dovrà fare i conti con la richieste della Bce e la necessità del rafforzamento patrimoniale. (Il Sole 24 ORE)

(LaPresse) – Secondo Monticini, inoltre, “è possibile che l’interruzione delle trattative ci sia stata perché il Tesoro abbia avuto indicazione che la proroga avrebbe potuto essere concessa. Questa è un’ipotesi, perché se la trattativa si è veramente interrotta entro fine dicembre difficilmente potranno palesarsi altri compratori e quindi altre banche disposte a comprare Mps. (LaPresse)

Così a LaPresse Andrea Monticini, professore ordinario di finanza e scienze bancarie dell’Università Cattolica di Milano (LaPresse) – “Non credo che l’ipotesi Unicredit, per Mps, possa considerarsi finita. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr