Paura del «test fai da te»? Guardate qui

Paura del «test fai da te»? Guardate qui
Corriere del Ticino ESTERI

I test anti-COVID fai da te sono arrivati nelle farmacie del Paese.

Il test è un po’ come quelli di gravidanza: se appaiono due trattini significa che il test è positivo.

Sesto: infiliamo il tampone nella provetta che troviamo nel kit e la strizziamo per bene, girando il tampone a destra e sinistra.

Se risultate positivi correte subito in farmacia oppure in ospedale o in uno studio medico e sottoponetevi ad un nuovo test. (Corriere del Ticino)

La notizia riportata su altre testate

Ad oggi i casi totali registrati da inizio pandemia sono 612'575. Le vittime registrate da inizio pandemia sono ora 9'772. (Ticinonline)

Più test. Il numero di test effettuati nella settimana in rassegna sono stati 273’526 (+8,7% rispetto alla settimana precedente), dei quali il 64,6% PCR e il 35,4% test antigenici rapidi. Secondo la tabella dell’UFSP, nel cantone italofono nella settimana in rassegna sono stati segnalati 167,9 nuovi casi su 100’000 abitanti. (Corriere del Ticino)

Pertanto, alla voce nuovi decessi ne sono indicati 55 in più e a quella nuovi ricoveri 132 in più Nei Grigioni, la pagina web dedicata all’evoluzione del coronavirus parla di 57 infezioni in 24 ore (11’502 totali). (Corriere del Ticino)

Altri 2'301 casi e 21 decessi in Svizzera

Come annunciato nelle scorse settimane, da questa mattina, in tutte le farmacie elvetiche saranno disponibili i test “fai da te”. Entrano nel vivo, in Svizzera, le operazioni di tracciamento e identificazione di massa dei casi di Covid tra la popolazione. (varesenews.it)

Finora erano disponibili solo i test rapidi e i test PCR e dovevano essere eseguiti da specialisti e analizzati in laboratorio. I nuovi test disponibili nelle farmacie invece permettono di fare tutto da soli (Ticinonews.ch)

Il tasso di riproduzione, che ha un ritardo di una decina di giorni sugli altri dati, si attesta a 1,03. In Svizzera, nelle ultime 24 ore, si sono registrati 2301 nuovi casi di coronavirus, secondo le cifre pubblicate dall’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). (Ticinonews.ch)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr