Superbonus 110% e agevolazioni edilizie, ecco le novità. Le risposte dell'Agenzia delle Entrate

Gazzetta del Sud ECONOMIA

articolo 1, comma 574, della legge n. 147 del 2013, secondo cui i contribuenti che, ai sensi dell’articolo 17 del d.lgs.

L'Agenzia delle entrate ha aggiornato le Faq per rispondere ai dubbi di contribuenti e operatori relativamente ai bonus edilizi, del Superbonus 110% e alle novità del Decreto Legge 157/2021.

Tale possibilità - già consentita ai fini del cd ecobonus nonché del cd sismabonus disciplinati dagli articoli 14 e 16 del decreto legge n. (Gazzetta del Sud)

Ne parlano anche altri media

Per chi al 30 settembre non avrà raggiunto il 30% dei lavori, il superbonus si applicherà alle spese sostenute entro il 30 giugno. Trovarsi a pagare metà dei lavori oltre la scadenza del 110% può voler dire perdere circa 33mila euro di detrazione (Corriere della Sera)

Nello specifico, per i condomini e le persone fisiche per gli interventi su edifici composti da due a 4 unità immobiliari distintamente accatastate: 110% per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2023; 70% per le spese sostenute nel 2024; 65% per le spese sostenute nel 2025 (Sky Tg24 )

Proroga legge di bilancio 2022. Il comma 28 della legge di bilancio 2022 ha ulteriormente modificando la disciplina, introducendo una serie di proroghe della misura con scadenze differenziate in base al soggetto beneficiario. (idealista.it/news)

Gli amministratori condominiali e le imprese di costruzioni puntano il dito contro la burocrazia e il continuo cambio di regole, che di fatto ha bloccato i cantieri. Basta guardarsi in giro per capire come in pratica siano decisamente pochi, rispetto alle previsioni, i cantieri aperti. (L'Eco di Bergamo)

In particolare sulla flessibilità concessa alla banche di cedere i crediti fiscali in prima battuta anche ai correntisti – a partire dalle grandi imprese clienti – senza esperire il secondo e il terzo passaggio nell’ambito del settore bancario Quindi prosegue l’acquisto di crediti già contrattualizzati ma è sospeso l’avvio di nuove pratiche limitando l’operatività su nuove posizioni al recupero di capienza derivante da clienti che rinunciano alla domanda già presentata. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Su cosa succede se non si riescono a finire i lavori con il 110, infatti, gli interventi sulle villette unifamiliari dovranno essere realizzati entro il prossimo 30 settembre del 2022 Sui bonus edilizi, vediamo cosa succede se non si riescono a finire i lavori con il 110. (InvestireOggi.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr