Russia: divieti sulle criptovalute in vista?

Money.it ECONOMIA

Ne segue che i divieti sulle valute digitali dovrebbero colpire solamente determinate attività, al contrario di quanto inizialmente ipotizzato da molti osservatori internazionali

Già lo scorso anno la governatrice della banca centrale russa Elvira Nabiullina aveva in più occasioni fornito un parere negativo nei confronti dell’istituzionalizzazione delle criptovalute, in quanto tali strumenti rappresenterebbero una minaccia alla stabilità finanziaria del Paese. (Money.it)

La notizia riportata su altri giornali

Tutte e due fanno intuire come il presidente russo non sia contrario a questo settore, e, diversamente dalla Banca Centrale, veda un potenziale per il futuro del Paese. Molto più diplomatico Putin che ha tranquillizzato tutti spiegando che la Banca Centrale Russa non vuole ostacolare il progresso tecnico (Punto Informatico)

Putin scende in campo nella querelle in Russia che riguarda tanto la possibilità di utilizzare Bitcoin quanto quella di ricorrere al mining. Probabilmente sì, tenendo anche conto del grande business che il mining Bitcoin può portare in quei paesi che possono garantirsi e garantire accesso ad energia a basso costo. (Criptovaluta.it)

La proposta avrebbe dunque ricevuto l'opposizione dal Ministero delle Finanze. Secondo il Ministero, la regolamentazione delle criptovalute potrebbe portare molteplici benefici, come l'aumento del gettito fiscale e il miglioramento della capacità di tracciamento delle attività illecite. (Cointelegraph Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr