Covid, i colori delle regioni: Sardegna verso l’arancione. In bilico la Valle d’Aosta. Gli ultimi aggiornamenti

Covid, i colori delle regioni: Sardegna verso l’arancione. In bilico la Valle d’Aosta. Gli ultimi aggiornamenti
Orizzonte Scuola INTERNO

RISTORANTI E BAR – Dal 26 aprile in zona gialla riaprono i ristoranti a pranzo e a cena, purché all’aperto.

Inoltre, dal 15 maggio 2021, sempre in zona gialla, sono consentite le attività delle piscine all’aperto e, dal 1° giugno, quelle delle palestre

I dati della circolazione dell’epidemia sono in leggera discesa e nessuna delle Regioni attualmente gialle sembra destinata a peggiorare, segnala La Repubblica. (Orizzonte Scuola)

Ne parlano anche altre fonti

Attualmente le persone positive al Covid-19 sono 764 di cui 51 ricoverate all'ospedale Parini di Aosta (7 delle quali in terapia intensiva). Dall'inizio dell'emergenza si contano 10.884 contagi, 455 morti e 9. (Aosta Oggi)

Confronta i dati della precedente rilevazione. Bollettino Covid Italia del 29 aprile. Secondo i dati elaborati dal centro, in Italia solo la Valle d'Aosta ancora questa settimana rimane in rosso scuro, la fascia di massimo rischio per Covid-19, dalla quale invece restano fuori le altre Regioni della Penisola, tutte ormai di colore rosso, se si fa eccezione per la Calabria che risulta al momento di colore grigio (ovvero, nella legenda dell'Ecdc, le aree per le quali "le informazioni sono insufficienti o il tasso di test è inferiore a 300 casi su 100.000"). (QUOTIDIANO.NET)

Con 47 nuovi guariti e nessun decesso, il numero delle persone attualmente positive al virus sono 764, +14 rispetto a ieri. Coronavirus, Valle d’Aosta: 61 nuovi casi, 47 guariti e nessun decesso. (gazzettamatin.com)

Nuova mappa Ue delle zone a rischio: tutta Italia in rosso, solo la Valle d’Aosta in rosso scuro

La Valle d'Aosta potrebbe tornare presto in zona rossa. Però, sottolinea ancora Lavevaz, "tutti gli altri principali parametri, a partire dall'indice Rt, continuano a migliorare". (Aosta Oggi)

Questa mattina in piazza Deffeyes i ristoratori hanno portato sedie, tavoli e attrezzature di lavoro inutilizzate ormai da mesi. Chiusure, parziali riaperture, zone rosse, zone arancioni, asporto o delivery, zone gialle, possibilità di lavorare solo con i dehor. (Aosta Oggi)

Solo la Calabria appare in grigio scuro, molto probabilmente per mancanza di informazioni disponibili per la sua classificazione. Unica eccezione, la Valle d'Aosta, che risulta colorata di rosso scuro a causa dell'alta incidenza di contagio. (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr