Lo scienziato militare cinese che brevettò il vaccino prima dell'annuncio della pandemia

Lo scienziato militare cinese che brevettò il vaccino prima dell'annuncio della pandemia
Today.it INTERNO

Risulta inoltre essere morto in circostanze misteriose. Uno scienziato militare cinese, Yusen Zhou, presentò una richiesta di brevetto per un vaccino anti Covid, ben prima che venisse dichiarata la pandemia a livello globale.

Nelle ultime settimane, la teoria che la pandemia sia frutto di un incidente nel laboratorio di Wuhan ha acquistato sempre più consistenza, dopo essere stata inizialmente ritenuta poco credibile

È quanto scrive il quotidiano australiano 'The Australian', riportando che lo scienziato, che lavorava per l'esercito cinese, presentò la documentazione necessaria il 24 febbraio del 2020, per conto del Partito comunista cinese, cinque settimane prima che le autorità cinesi confermassero la trasmissione tra esseri umani del coronavirus. (Today.it)

Su altri media

Il loro legame confermerebbe quanto affermato a gennaio 2021 dall’intelligence statunitense, secondo cui la struttura di Wuhan era impegnata in “attività militari segrete” Zhou aveva lavorato come ricercatore post-dottorato presso la School of Medicine dell’Università di Pittsburgh e collaborato con il New York Blood Center prima di unirsi alle forze armate cinesi. (Ticinonews.ch)

La data, fa notare il quotidiano in un articolo rilanciato dall'edizione online del Daily Mail, era cinque settimane prima che le autorità cinesi confermassero la trasmissione tra esseri umani del coronavirus. (Yahoo Notizie)

Vaccino anti Covid19, “scienziato cinese ha depositato il brevetto prima della pandemia”

Il Wsj: “Tre virologi di Wuhan malati a novembre 2019. Brevetto per vaccino, che fine ha fatto lo scienziato che lo depositò? Difficile non pensare, se così stanno le cose, che la Cina non stesse lavorando da tempo a un vaccino contro il Covid 19. (Il Primato Nazionale)

Lo scrive il DailyMail. Secondo il quotidiano The Australian, il 24 febbraio 2020 Yusen Zhou, che lavorava per l’Esercito Popolare di Liberazione, ha depositato i documenti per conto del partito politico cinese. (BlogSicilia.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr