L'Arco di Trionfo impacchettato: omaggio a Christo e a sua moglie Jeanne-Claude

L'Arco di Trionfo impacchettato: omaggio a Christo e a sua moglie Jeanne-Claude
Io Donna CULTURA E SPETTACOLO

I due avevano immaginato il progetto già nel 1962, senza però mai riuscire a realizzarlo.

«Completamente progettato dall’artista». «Questa è la visione di Christo e Jeanne-Claude

Nei luoghi di Napoleone. «Christo e Jeanne-Claude hanno sempre detto chiaramente che la loro arte sarebbe dovuta continuare dopo la loro morte.

Impacchettare l’Arco di Trionfo: ecco il sogno, grandioso e surreale nello stesso tempo, di Christo, artista scomparso nel maggio 2020, e Jeanne-Claude, sua moglie, morta nel 2009. (Io Donna)

Su altri media

Il progetto che riguarda l'Arco di Trionfo parigino è stato portato a termine da un nipote di Christo, Vladimir Javacheff, in collaborazione con il Musoe Pompidou e le autorità francesi. Nelle intenzioni di Christo, il monumento in questo modo diventerà "un grande oggetto vivente, stimolato dal vento e dai riflessi di luce" (Repubblica TV)

L'Arco di Trionfo impacchettato comincia a prendere vita e si avvicina ancor piu' alla visione di ciò che è stato il sogno di una vita per Christo e Jeanne-Claude", ha detto il nipote dell'artista, Vladimir Yavachev. (Giornale di Sicilia)

L’opera postuma del duo artistico Christo finalmente vede la sua realizzazione a oltre un anno dalla scomparsa dell’artista bulgaro. L’Arc de Triomphe, Wrapped, sognata e progettata dai pionieri della Land Art Christo e Jeanne-Claude, sarà in mostra a Parigi dal 18 settembre al 3 ottobre 2021. (greenMe.it)

L'opera postuma dell'artista Christo, impacchettato l'arco di trionfo a Parigi

Il monumento sarà coperto da 25 mila metri quadrati di tessuto in polipropilene in omaggio all'artista bulgaro morto circa un anno fa Condividi:. I lavori sono in corso, ma manca poco perché tutto a Parigi sia pronto. (Sky Tg24 )

È molto importante prestare attenzione a ogni dettaglio che Christo desiderava», ha detto il nipote dell'artista Vladimir Yavachev, che sta supervisionando le operazioni. «Questa è la visione di Christo e Jeanne-Claude. (Ticinonline)

Il maestro della Land Art, con origini bulgare naturalizzato statunitense, nella sua lunga carriera ha 'impacchettato' opere su grande scala in varie parti del mondo. L'ultima mastodontica opera di Christo è stata la realizzazione nel 2016 con 'Floating Piers' sul lago d'Iseo, con una serie di passerelle galleggianti sull'acqua (Rai News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr