Sui problemi alla piattaforma ilpiemontetivaccina.it la Regione respinge le critiche

Sui problemi alla piattaforma ilpiemontetivaccina.it la Regione respinge le critiche
Radio Gold INTERNO

“Sono le 14.30 e 58mila piemontesi over 60 hanno già aderito alla piattaforma, che è perfettamente funzionante dalla mattinata di oggi, come annunciato”, ha voluto precisare all’Ansa la Regione Piemonte.

È stata una giornata un po’ strana per la piattaforma ilpiemontetivaccina.it che nelle prime ore della mattina è stato preso d’assalto da feroci critiche da parte degli utenti per alcuni malfunzionamenti che vi abbiamo raccontato in tempo reale. (Radio Gold)

Su altri giornali

Il totale è ora di 10.588 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi per provincia: 1.491 Alessandria, 652 Asti, 399 Biella, 1.283 Cuneo, 871 Novara, 4.976 Torino, 479 Vercelli, 347 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 90 residenti fuori regione ma deceduti in Piemonte (https://ilcorriere.net/)

E sono 28 i decessi, di cui 3 verificatisi oggi (si ricorda che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid). (Corriere della Sera)

Qui rimangono soltanto l’annuncio che dall’8 aprile il servizio sarà disponibile e l’elenco delle altre altre categorie che possono già aderire alla vaccinazione. In un quarto d’ora sono arrivate 18 mila richieste (poi salite a 45 mila in due ore). (Corriere della Sera)

Coronavirus, calano casi e indice Rt: per Cirio il Piemonte verso la zona arancione già dalla prossima settimana

11.245 gli over 80 e 6.324 i settantenni (di cui 3.019 vaccinati dai propri medici di famiglia). “In alcune province – ha sottolineato l’assessore – abbiamo completato gli over80 e la settimana prossima finiremo anche Torino, che ha quasi metà della popolazione piemontese e sta facendo vaccinare anche nella cintura. (Radio Gold)

Il valore Rt è infatti sceso ulteriormente sotto l’1, attestandosi a 0.9 per l’Rt puntuale e a 0.88 per l’Rt medio. Naturalmente il report deve essere validato entro domani dalla Cabina di regia nazionale, ma in base a questi parametri siamo fiduciosi che il Piemonte possa ritornare arancione già dalla prossima settimana (ValsusaOggi)

I vaccini, la prudenza e il rispetto delle regole sono le uniche vere armi per uscire da questa emergenza e poter finalmente ripartire" Secondo l'ordinanza firmata lo scorso 2 aprile dal ministro della Salute Speranza, il Piemonte sarebbe dovuto rimanere in zona rossa almeno fino al 18 aprile, "fatta salva una nuova classificazione". (NovaraToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr