Fondo Salva Stati, fumata nera per elezione nuovo direttore

ilmessaggero.it ECONOMIA

(Teleborsa) - Fumata nera, ieri pomeriggio a Bruxelles, al primo e secondo round di votazioni dei ministri finanziari dell'Eurogruppo per l'elezione del nuovo direttore esecutivo ("managing director") dell'Esm, il "Fondo salva-Stati" dell'Eurozona.

Al termine del primo voto, l'Olanda ha ritirato il proprio candidato, arrivato evidentemente ultimo.

A questo punto, il presidente dell'Eurogruppo, Paschal Donohoe, ha deciso di interrompere le operazioni di voto, evidentemente temendo uno stallo, e ne ha annunciato la ripresa alla prossima riunione in giugno. (ilmessaggero.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

"Parlerò con tutti i Paesi che voteranno, ma in particolare con i Paesi candidati per vedere se non si possono fare ulteriori progressi in vista della riunione di giugno", ha aggiunto Donohoe. Dopo il ritiro del candidato olandese Menno Snel, in seguito alla prima votazione ii nomi in lizza sono rimasti tre: l'italiano Marco Buti, il portoghese Joao Leao, e il lussemburghese Pierre Gramegna (La Gazzetta del Mezzogiorno)

A questo punto, il presidente dell'Eurogruppo, Paschal Donohoe, ha deciso di interrompere le operazioni di voto, evidentemente temendo uno stallo, e ne ha annunciato la ripresa alla prossima riunione in giugno. (ilmessaggero.it)

Inoltre, l’azienda veneta tornerà dopo sei anni di assenza a Pitti uomo con il suo progetto denim, Incotex blue division Inoltre, l’azienda veneta tornerà dopo sei anni di assenza a Pitti uomo con il suo progetto denim, Incotex blue division. (Milano Finanza)

Aps. (RADIOCOR) 23-05-22 18:10:12 (0499)EURO 3 NNNN ***Eurogruppo: niente di fatto anche secondo voto per direttore Mes, slitta decisione. (Il Sole 24 ORE)

Tutti coloro che hanno votato hanno potuto ascoltare le presentazioni e abbiamo fatto dei progressi nel chiarie quali saranno le opzioni". Dopo il ritiro del candidato olandese Menno Snel, in seguito alla prima votazione ii nomi in lizza sono rimasti tre: l'italiano Marco Buti, il portoghese Joao Leao, e il lussemburghese Pierre Gramegna (RagusaNews)

L’Eurogruppo di oggi a Bruxelles avrebbe dovuto scremare i candidati ma, a quanto si apprende da fonti Ue (la votazione è riservata), il candidato italiano Marco Buti, tecnico di esperienza in Commissione Europea, capo di gabinetto di Paolo Gentiloni, non si è ritirato dalla corsa dopo essere arrivato terzo al secondo scrutinio (L'HuffPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr