Se il Pd è finalmente in cammino

La Repubblica INTERNO

Il Partito Democratico genovese ricomincia da nove, tante sono le tappe di un mini tour, quello della Festa dell’Unità.

Il neo segretario Simone D’Angelo, eletto a luglio dopo un congresso faticosissimo, ha deciso di fare quello che da tempo si chiede al Pd, e che ha indicato anche Enrico Letta, ovvero far uscire il partito dalla torre d’avorio e portarlo in giro per i territori

L’appuntamento per decenni quasi liturgico, tra la Fiera del Mare e il Porto Antico, è diventato itinerante, da Rossiglione a Struppa, da Castelletto a Pontedecimo. (La Repubblica)

Ne parlano anche altre testate

Il Pd in questi giorni si sta interrogando nelle Agorà territoriali con iscritti, simpatizzanti e società civile, coinvolgendoli nella discussione su molti temi" Oggi abbiamo il dovere di mettere a punto dei progetti seri per Pisa, progetti che possano indirizzare ottimamente i fondi del PNRR, a fronte della totale mancanza di progettualità che ha caratterizzato la giunta Conti in questi anni che ha spesso preferito sfruttare la presenza di alcuni parlamentare solo per parlare di idropulitrici". (LA NAZIONE)

Salute, salario minimo, tempo pieno per tutti, sostenibilità: sono questi i nostri impegni e con le Agorà chiediamo ai cittadini di dirci la loro», spiega Lia Quartapelle, commissaria del PD metropolitano e deputata. (VeneziaToday)

Vorremo inoltre sottolineare come alcuni dei firmatari della lettera siano gli stessi che fino a non poco tempo fa si sono seduti al tavolo nel tentativo, poi fallito, di dar vita ad una coalizione, anche con la destra più estrema, da contrapporre alla lista che sostiene oggi il candidato sindaco Gianni Lorenzetti. (La Voce Apuana)

«La proposta del Partito Democratico per le amministrative è nel solco della continuità e dell’innovazione. Carlo Marino ha scherzato con i candidati caricandoli in vista dell’appuntamento elettorale, sottolineando come ci sia stata una chiara volontà di avere una presenza femminile così marcata (EdizioneCaserta)

Foto 4 di 4. . . . La direzione ha poi discusso sui temi da affrontare sia in tempi rapidi, come la crisi idrica e la situazione di Rivieracqua, sia nel medio e lungo termine, come la sanità e le politiche sociali, la rinascita dell’entroterra, l’ambiente, le attività economiche e produttive, le infrastrutture, per i quali saranno formati gruppi da lavoro specifici, dimostrando di voler essere attenta e presente al territorio ed alle esigenze dei cittadini, cui la politica deve dare risposte (Riviera24)

“Il direttivo provinciale della Lega esprime preoccupazione per la situazione di Riviera Trasporti - dichiarano dalla Lega - apprendiamo di un rischio fallimento per la società di trasporto pubblico che potrebbe comportare conseguenze nefaste per il personale impiegato e disagi per i cittadini che utilizzano i bus nella nostra provincia. (SanremoNews.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr