Se l’intelligenza artificiale trasforma corpi e narrazioni

Il Sole 24 ORE ECONOMIA

Martine Syms è un enfant prodige dell’arte internazionale, con alle spalle diverse esperienze e prestigiose mostre, dal talento vario e complesso.

Ulteriore prova è “Neural Swamp”, l’installazione di Martine Syms che sarà esposta alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino dal 14 settembre al 30 gennaio 2022.

Le attrici hanno letto un copione ma questa sceneggiatura, così come le loro voci, sono state date in pasto a un’intelligenza artificiale che in tempo reale genera nuove letture. (Il Sole 24 ORE)

Ne parlano anche altri giornali

L'Artificial Intelligence Act, che dovrebbe diventare la regolamentazione più restrittiva al mondo sull'intelligenza artificiale, secondo report americano “Non solo limiterà lo sviluppo e l'uso dell'IA in Europa, ma imporrà costi significativi alle imprese e ai consumatori dell'UE”. (Yahoo Notizie)

In passato Sony ha utilizzato lo stesso sistema per realizzare un nuovo brano dei Beatles (“Daddy’s Car”) e con il quale il gruppo californiano degli Yacht compose nel 2019 un album intero L’Intelligenza artificiale può incidere i loro nuovi album. (Corriere Innovazione)

"Il nostro compito è solo quello di coadiuvare i tre ministeri, finalizzando meglio la strategia italiana in Intelligenza artificiale anche alla luce dei nuovi investimenti. (il Resto del Carlino)

Lo dimostra l’esperimento fatto da Over The Bridge, organizzazione canadese che tramite l’algoritmo ha “resuscitato”, quattro artisti scomparsi giovani: Amy Winehouse, Kurt Cobain, Jimi Hendrix e Jim Morrison. (Corriere Innovazione)

Naturalmente, il diavolo è nei dettagli: ci sono almeno decine di definizioni distinte, spesso incompatibili, di equità. Come tali, mettere un algoritmo in un computer non ci protegge da errori o conseguenze non volute. (ZeroUno)

Sono i macchinari più evoluti, digitali, computerizzati, quelli che utilizzano l’intelligenza artificiale ad essere locomotiva del manifatturiero e, quindi, dell’economia. Come ha osservato l’avvocato Vittorio Emanuele Falsitta, fino a dove possiamo delegare alla tecnica, fino a dove possiamo lasciare che l’intelligenza artificiale decida per noi? (IL GIORNO)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr