MotoGP / Marquez: “Pecco, che lotta! La spalla fa male”

MotoGP / Marquez: “Pecco, che lotta! La spalla fa male”
FormulaPassion.it SPORT

Queste le parole dell’otto volte campione del mondo dopo la gara di Aragon, chiusa al secondo posto dopo uno strepitoso duello con ‘Pecco’ Bagnaia.

Questo fine settimana è stato tra i 3 peggiori dell’anno per le sensazioni alla spalla“

Nella lotta con Pecco ero al limite, sia con la moto che con le gomme.

Pecco oggi è stato bravissimo.

Marc Marquez aveva bisogno di trovare di nuovo certe sensazioni dopo due cadute che avrebbero potuto infliggergli un duro colpo al morale. (FormulaPassion.it)

Su altri giornali

Ci ho provato, ma lui si è difeso molto bene, ogni volta che lo sorpassavo all’interno andavo un po’ lungo e lui ritornava. Ma sì, la Ducati va molto bene, molto motore, molta velocità, ma la verità è che Pecco oggi è stato bravissimo” (Motorsport.com Italia)

Una vittoria che vale tanto, ma quello visto oggi è già un Marc Marquez al 100%? Lo streaming sarà trasmesso alle 20:00 sulla nostra pagina Facebook, sul canale Twitch di GPOne e sul nostro canale YouTube (GPOne.com)

Francesco Bagnaia (Photo by Steve Wobser/Getty Images). Francesco Bagnaia domina e vince ad Aragona, in Spagna, restando in testa alla gara dall’inizio alla fine. E' un sogno portare a casa la mia prima vittoria in MotoGP, è una liberazione rispetto al passato, ringrazio la mia famiglia, la mia ragazza, è difficile dire altro ora (Yahoo Eurosport IT)

Gp Aragon, prima vittoria in MotoGp per Bagnaia

Una vittoria non te la immagini mai, arriva quando va tutto bene e così è stato oggi. Ho spinto come un matto, Marquez spingeva pure e gli ultimi giri sono stati difficilissimi e non vedevo l'ora che finisse. (Sport Mediaset)

“Non so se è stato qualcosa di simile, sicuramente mi sono divertito Alla fine, con le gomme usate, è complicato superare, è facile andare lunghi e sapevo che se lo avessi avuto un giro davanti sarebbe stato molto complicato batterlo. (Moto.it)

A completare il podio nel gran premio disputato sul circuito di Alcaniz, Joan Mir, Team Suzuki Ecstar. Per me questa è una liberazione e un sogno: voglio ringraziare la mia famiglia, la mia ragazza e il mio team. (Adnkronos)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr