UE non ha fretta di introdurre Sputnik V sul mercato "per paura della concorrenza"

UE non ha fretta di introdurre Sputnik V sul mercato per paura della concorrenza
Sputnik Italia INTERNO

"Sapete, non ho sentito una sola brutta parola, solo congratulazioni", ha detto Ginzburg quando gli è stato chiesto se stava ricevendo feedback da colleghi dall'estero.

Lo scorso agosto 2020, il Ministero della Salute russo ha registrato il primo vaccino contro Covid-19 al mondo sviluppato dal centro di ricerca Gamaleya.

Il vaccino Sputnik V è registrato in 59 paesi con una popolazione totale di oltre 1,5 miliardi di persone

L'UE non ha fretta di permettere al vaccino Sputnik V di entrare nel suo mercato a causa dei timori delle sue elevate proprietà di consumo, grazie alle quali può competere con i vaccini promossi in Europa, come ha detto Ginzburg, direttore del centro russo Gamaleya. (Sputnik Italia)

Ne parlano anche altri media

L’agenzia valuterà la conformità di Sputnik V ai consueti standard dell’Unione Europea in materia di efficacia, sicurezza e qualità». 5 Aprile 2021. (Lettura 3 minuti). . . . La battaglia contro il Covid-19 non si arresta, ora l'Ema (agenzia europea per i farmaci) cerca i dati per poter approvare anche lo Sputnik V. (ilmessaggero.it)

Vaccini, Sputnik al vaglio dell'Ema: la fiducia dei governi cresce, come funziona?
Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr