Covid, lo studio Usa: “I non vaccinati rischiano 11 volte di più di morire a causa della variante…

Covid, lo studio Usa: “I non vaccinati rischiano 11 volte di più di morire a causa della variante…
Il Fatto Quotidiano SALUTE

In sostanza, l’efficacia dei vaccini contro il rischio di ricovero non è mutata durante il periodo di diffusione della variante Delta.

Dagli Usa – che stanno affrontando una impennata di contagi a causa della variante Delta tra i non vaccinati – arriva un ulteriore dato sull’importanza dell’immunizzazione completa.

Il terzo studio, in 13 aree, attesta l’efficacia dei tre vaccini approvati in relazione al rischio di ospedalizzazione e di decesso prima e dopo l’ascesa della variante Delta

Per i non vaccinati, inoltre, il rischio di ricovero è dieci volte maggiore. (Il Fatto Quotidiano)

Su altri giornali

L’obiettivo è riuscire a distribuire una versione “pediatrica” del vaccino a “basso dosaggio”. La direttrice dell’NCIRS, la prof.ssa Kristine Macartney, ha affermato che i risultati sono coerenti con altri report esteri, che mostrano che confermano come la variante Delta sia più trasmissibile tra bambini e giovani. (QuiFinanza)

Variante Delta, il rischio di morte è 11 volte superiore per i non vaccinati: tre studi specifici confermano che la doppia vaccinazione è efficace. Novità sulla Variante Delta e sul suo impatto sulle popolazioni immunizzate, il rischio di morte è 11 volte superiore per i non vaccinati: lo sostengono gli ultimi studi diffusi dai Centers for Disease Control degli Stati Uniti diffusi in questi giorni. (Notizie.it )

Oltre un migliaio di persone sono scese in piazza anche sabato a Lucerna, per protestare contro le ultime decisioni del Consiglio federale. Negli ospedali le persone attualmente ricoverate sono 20 e ce n'è una in più (sei in totale) nei reparti di cure intense (RSI.ch Informazione)

Variante Delta, Giappone in ritardo con i vaccini: «Solo 50% popolazione coperta». Stato di emergenza a Tokyo

La formulazione a due dosi di Moderna è risultata efficace al 95% nel prevenire i ricoveri ospedalieri rispetto all’80% di Pfizer. Per il monodose Johnson & Johnson l’efficacia è del 60%. (Scienze Fanpage)

Terapia intensiva coronavirus. Il secondo studio. Un secondo studio, invece, è sempre stato effettuato sull’efficacia dei vaccini. Il primo studio. Il primo studio è stato condotto negli Usa durante la primavera e l’estate, quindi in un periodo con la variante Delta che già circolava. (News Mondo)

Il Paese sta affrontando la quinta ondata, a causa della diffusione della variante Delta. Restrizioni almeno fino a novembre. Il ministro in carica per la gestione dell'emergenza sanitaria, Yasutoshi Nishimura, in un'intervista televisiva, ha spiegato che solo a novembre ci potrà essere un allentamento delle misure di contenimento. (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr