Coronavirus Puglia, somministrato il 94,3% delle dosi consegnate: i report delle Asl

Coronavirus Puglia, somministrato il 94,3% delle dosi consegnate: i report delle Asl
Il Quotidiano Italiano - Bari SALUTE

ASL TARANTO. Per la campagna vaccinale in Asl Taranto, stamane sono state somministrate 1860 dosi di vaccino, così distribuite negli hub oggi aperti: 736 dosi a Manduria, 421 dosi a Grottaglie e 703 dosi presso la SVAM di Taranto

Le dosi sono il 94,3% di quelle consegnate dal Commissario nazionale per l’emergenza, pari a 4.462.006).

Sono 4.206.484 le dosi di vaccino anticovid somministrate sino ad oggi in Puglia (dato aggiornato alle ore 17.07 dal Report del Governo nazionale. (Il Quotidiano Italiano - Bari)

Se ne è parlato anche su altre testate

Dall’inizio della campagna si è proceduto all’inoculazione di 4.358.130 dosi, corrispondenti al 94,4% di 4.617.210 finora disponibili per il Piemonte Tra i vaccinati di oggi, in particolare, sono 6.258 i 16-29enni, 5.544 i trentenni, 12.247 i quarantenni, 9.916 i cinquantenni, 3.473 i sessantenni, 2.410 i settantenni, 599 gli estremamente vulnerabili e 194 gli over80. (ATNews)

Secondo il report settimanale della struttura commissariale, i pugliesi over 60 non ancora vaccinati sono 82.425, di cui: 51.521 tra 60 e 69 anni; 23.257 tra 70 e 79 anni; e 7.647 gli over 80. (TRM Radiotelevisione del Mezzogiorno)

Le notizie fasulle sono dannose in ogni ambito e su ogni questione ma sul tema dei vaccini sono assolutamente deleterie” La prossima settimana il governo varera’ il decreto con le nuove misure, una volta analizzati i dati con gli esperti. (il Fatto Nisseno)

Covid, Pregliasco: "Non vedo male obbligo vaccino per docenti"

I giovani sono untori per questa malattia ed è anche per la sicurezza dei docenti stessi che dico: ben venga l’estensione dell’obbligo per loro e per il personale scolastico in generale”. “Con gli assembramenti in occasione degli Europei di calcio abbiamo velocizzato qualcosa che era destinato a esserci”, cioè un aumento dei contagi Covid, spinti dalla variante Delta. (SardiniaPost)

Il green pass allargato all’italiana potrebbe prevedere l’obbligo della certificazione di vaccinazione, tampone negativo o guarigione per entrare in bar e ristoranti, con possibili sanzioni ai gestori - chiusura per 5 giorni - e multa agli avventori fino a 400 euro. (Giornale di Sicilia)

I giovani sono untori per questa malattia ed è anche per la sicurezza dei docenti stessi che dico: ben venga l'estensione dell'obbligo per loro e per il personale scolastico in generale". "E' chiaro che pagheremo un po' le conseguenze in termini di rapidità di incremento del numero di casi (Metro)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr