Lusso e armi: così i talebani vivono nel palazzo di un signore della guerra

Lusso e armi: così i talebani vivono nel palazzo di un signore della guerra
Corriere TV ESTERI

I talebani si sono impossessati dello sfarzoso e lussuoso palazzo di Kabul dell’ex vicepresidente latitante Abdul Rashid Dostum.

Ora nelle mani dei combattenti talebani, l'opulenta villa ha dato agli austeri islamisti una sbirciatina nella vita degli ex governanti dell'Afghanistan, il cui lusso secondo loro è il ricavato di anni di corruzione endemica

(Corriere TV)

Ne parlano anche altri giornali

Le commemorazioni sono in corso negli Stati Uniti (LaPresse) Nel giorno in cui gli Stati Uniti ricordano le quasi tremila vittime degli attentati dell'11 settembre, i talebani hanno issato la loro bandiera sul palazzo presidenziale afghano a Kabul (Corriere TV)

Nelle immagini si vedono le donne scortate anche dalle forze di sicurezza talebane che tengono lontani i giornalisti e i cittadini di Kabul In tutto il paese sono vietate le manifestazioni, ma è evidente la natura propagandistica di questa: "Le donne che hanno lasciato l'Afghanistan non possono rappresentarci", gridano le circa 300 manifestanti coperte completamente dall'abaya e dal niqab. (Video - La Stampa)

Vestite di nero da capo a piedi, con il volto coperto e sventolando la bandiera dei Talebani, che hanno autorizzato la manifestazione a differenza di quanto successo nei giorni scorsi per le proteste contro i militanti, le donne avevano con sé cartelloni sui quali hanno inneggiato al nuovo governo e definito positiva la separazione dagli uomini nelle classi Donne di nuovo in piazza in Afghanistan, ma a sostegno del governo dei Talebani e delle loro politiche di segregazione. (Adnkronos)

Afghanistan, è atterrato a Kabul il primo volo commerciale dopo la presa al potere dei taleban

Hanno sventolato bandiere bianche dei talebani, mentre si susseguivano gli interventi al microfono, in cui rimarcavano come loro siano dalla parte del nuovo governo. Siamo abituati a vedere le manifestazioni delle donne afghane che chiedono libertà quella a cui erano abituate negli ultimi venti anni e che ora viene attentata dal nuovo Governo talebano. (Today.it)

Le donne hanno sventolato le bandiere dei nuovi padroni dell'Afghanistan mentre ascoltavano gli interventi a favore del governo. Secondo un'altra donna, Somaiya, le cose sono cambiate per il meglio dal ritorno dei talebani (Ticinonline)

Atterrato a Kabul il primo volo commerciale dopo la presa al potere dei taleban. KABUL. Il volo trasportava più di 100 cittadini stranieri e numerose persone con doppia cittadinanza: afghana e di un paese occidentale. (La Sentinella del Canavese)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr