Il Consiglio federale vara il calcio d’estate. Playoff e playout in caso di ulteriore stop

Il Consiglio federale vara il calcio d’estate. Playoff e playout in caso di ulteriore stop
AlessioPorcu.it AlessioPorcu.it (Sport)

Alessandro Salines Lo sport come passione. Giocare, giocare, giocare.

Poi è c’è il Consiglio federale“.

L’approvazione del protocollo sanitario da parte del Comitato tecnico scientifico e l’ok del Governo agli allenamenti di squadra hanno dato forza al Consiglio federale.

Su altre fonti

Questa la parte che riguarda la ripresa dei campionati. Resta fissato al 30 giugno il termine per la conclusione dell’attuale stagione sportiva. (Hellas1903.it)

E non è tutto: "Infine, per effetto di quanto deliberato, la stagione sportiva 2020/2021 avrà inizio il prossimo 1 settembre. Per quanto riguarda la Serie A femminile, è stato deciso di verificare nei prossimi giorni le condizioni di ripresa, in base all'applicabilità dei protocolli sanitari da parte dei Club e alla disponibilità di contributi da parte della FIGC". (AreaNapoli.it)

Per 46 squadre potrebbe essere un luglio caldissimo: se così sarà, prepariamoci alle sorprese… In Serie D invece tutto sospeso, ma non è ancora ufficiale la promozione di Palermo, Mantova, Lucchese, Grosseto, Pro Sesto, Turris, e delle novità Bitonto, Campodarsego e Matelica (Tutto Calcio Catania)

Quella di disputare solo gli spareggi per promozioni e retrocessioni, al momento, sembra essere un'ipotesi più che plausibile, viste le difficoltà dei club ad adeguarsi al protocollo sanitario del Cts. (Il Mattino)

Fatta eccezione per i dilettanti che si fermano qui, compresa la serie B femminile, i campionati dalla serie A alla Lega Pro torneranno in campo. Play Replay Play Replay Pausa Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio Indietro di 10 secondi Avanti di 10 secondi Spot Attiva schermo intero Disattiva schermo intero Skip Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi. (ArezzoNotizie)

La Serie C non è in grado di tornare a giocare e di assicurare la certezza delle misure per salvaguardare la salute". I club dovranno assolvere al pagamento degli emolumenti (netti) e degli altri compensi scaduti al 31 maggio. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.