Congo: chi sono i responsabili dell'agguato alle Nazioni Unite?

Congo: chi sono i responsabili dell'agguato alle Nazioni Unite?
Più informazioni:
Money.it INTERNO

Congo: chi sono i responsabili dell’agguato alle Nazioni Unite?

Chi sono i responsabili dell’agguato alle Nazioni Unite in Congo?

Entrambi erano parte del convoglio delle Nazioni Unite finito nel mirino di terroristi nell’area che si trova tra due città del Congo orientale, Goma e Bukavu.

Si trattava - hanno aggiunto - di un percorso precedentemente designato come sicura per viaggiare senza squadre di sicurezza, considerata anche la forte presenza convogli delle Nazioni Unite nei dintorni

La parte orientale del Congo è nota per essere preda di moltissimi gruppi armati in lotta tra loro per le risorse naturali. (Money.it)

Ne parlano anche altri media

È successo vicino a Goma, siamo nella zona orientale della Repubblica Democratica del Congo, una regione instabile e ricca di materie prime. Ucciso in un agguato l’ambasciatore italiano in Congo Luca Attanasio. (Radio Popolare)

Non sono ancora note le circostanze di questo brutale attacco e nessuno sforzo verrà risparmiato per fare luce su quanto accaduto L’ambasciatore italiano in Congo, Luca Attanasio, è morto insieme a un militare dell’Arma dei Carabinieri lunedì, intorno alle 9 italiane, nella cittadina di Kanyamahoro. (Corriere della Sera)

“Ci sono tre ipotesi in questo momento sugli autori dell’attacco nel quale sono morti l’ambasciatore italiano in Congo Luca Attanasio, il carabiniere Vittorio Iacovacci e l’autista Mustapha Milambo. Ma c’è anche un ultimo scenario, non escluso dalle autorità europee, che vede il coinvolgimento di gruppi jihadisti”. (la Repubblica)

Luca Attanasio, l'ambasciatore di pace che amava raccontare l'Africa

L’ambasciatore ucciso in Congo, Luca Attanasio , era stato a Licusati nell’ottobre del 2020, per ricevere il premio “ Nassiriya per la Pace ” per il suo impegno volto alla salvaguardia della pace tra i popoli e per aver contribuito alla realizzazione di importanti progetti umanitari. (Il Fatto Quotidiano)

in foto: L’ambasciatore Luca Attanasio. Il conflitto a fuoco nel quale sono rimasti uccisi Luca Attanasio e il carabiniere Vittorio Iacovacci. Il tutto dura pochissimi secondi, i sei uomini sparano diversi colpi in aria e poi puntano le proprie armi contro l'autista dell'ambasciatore, il congolese Mustapha Milambo, uccidendolo sul colpo. (Fanpage.it)

Siamo a Salerno, è il 12 ottobre del 2020, la voce è quella di Luca Attanasio, fa il mestiere di ambasciatore, porta la bandiera dell'umanità in giro per il mondo. Siamo prima della fine, sempre al nuovo inizio, siamo prima dell'ora senz'ombra, sempre dopo tutto questo dolore. (AGI - Agenzia Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr