Congo, generale Luzi: Carabinieri pagano ancora una volta prezzo altissimo

LaPresse INTERNO

Così il comandante Generale dell’Arma, Teo Luzi, in un messaggio per la morte di Vittorio Iacovacci, il carabiniere morto in Congo nell’attacco in cui è rimasto ucciso anche l’ambasciatore italiano Luca Attanasio

(LaPresse) – “La perdita del carabiniere Vittorio Iacovacci ci colpisce profondamente.

I carabinieri, ancora una volta, pagano un prezzo altissimo per il loro servizio fatto con impegno e sacrificio, a tutela della sicurezza dei cittadini e delle istituzioni in Italia e all’estero”. (LaPresse)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Pochi minuti dopo i due sono in viaggio e la telecamera sempre di via Testi registra un nuovo passaggio della vettura del Nanni. Ed è per questo che gli inquirenti – coordinati dal pm Angela Scorza – hanno compiuto già diverse verifiche nelle ferramenta faentine e non solo (il Resto del Carlino)

Si tratterebbe, come riportano i media locali, di un uomo di carnagione chiara, alto 1,80-1,90, vestito di scuro, con un cappuccio e il volto coperto da una mascherina. – BOLOGNA, 21 FEB – Emergono alcuni dettagli importanti dall’analisi delle immagini di videosorveglianza catturate nei dintorni della casa di Faenza (Ravenna) dove, la mattina del 6 febbraio, è stata uccisa Ilenia Fabbri. (StatoQuotidiano.it)

«Stiamo lavorando sulle immagini, hanno aspetti molto interessanti per il caso» commenta il procuratore capo Daniele Barberini (Corriere Romagna)

Faenza, Ilenia Fabbri: omicida ripreso da una telecamera

Siamo vicini al dolore dei suoi familiari ed analoghi sentimenti vanno alla famiglia dell’ambasciatore e dell’autista che hanno perso la vita nella stessa circostanza”, ha dichiarato Luzi che ha poi aggiunto: “Un gesto vile che ci lascia sgomenti. (LaPresse)

Quando la polizia arriva, attorno alle 6.20, il corpo di Ilenia giace senza vita nel garage della casa, uccisa da un profondo taglio alla gola. Quando Ilenia è stata uccisa, l'ex marito era in autostrada insieme alla figlia, che si dice certa dell'innocenza del padre. (La Tribuna di Treviso)

La telecamera La sequenza ha una durata di 15 secondi circa ed è registrata tra le 5.50 e le 5.52 da una telecamera di una casa di via Testi, strada che interseca via Corbara, dove è avvenuto il delitto. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr