Moody’s: “Si rischia una crisi mondiale”

La Stampa La Stampa (Economia)

Perché lo scenario ipotizzato dall’agenzia di rating potrebbe materializzarsi soltanto nel caso in cui il Covid-19 si tramutasse in una vera e propria pandemia.

Secondo Moody’s, in Italia ci sarà molto probabilmente «una temporanea crisi di consumi e produzione» e l’impatto sull’economia sarà legato alla durata dell’epidemia.

Ne parlano anche altre testate

C’è poco che i governanti possono fare” in quanto “non c’ è una buona risposta politica all’impatto economico del virus. I tassi di interesse sono già molto bassi o negativi, e la Bce non può fare molto per aiutare sul piano monetaria. (Silenzi e Falsità)

E’ quanto si legge in una nota di Moody’s Analytics. In Italia il commissario straordinario all’Emergenza Coronavirus, Angelo Borrelli, nel corso del punto stampa nella sede della Protezione Civile, ha riferito che il numero dei contagiati dal coronavirus è salito in Italia a 650 casi, mentre il bilancio delle vittime è salito a 17 decessi. (Finanzaonline.com)

Effetti moderati, ma dalle ripercussioni globali, anche negli Stati Uniti, che secondo Moody's dovranno tagliare le stime di crescita dell'1,7%. L'agenzia di rating statunitense Moody's ha condotto uno studio sulle stime di crescita del Pil mondiale. (Liberoquotidiano.it)

L’intero mondo potrebbe finire in recessione nel caso in cui l’epidemia da coronavirus si trasformasse in una vera e propria pandemia. leggi anche Coronavirus Italia oggi: ultime notizie e aggiornamenti LIVE. (Money.it)

Il tutto, mentre sullo sfondo “incombe” la kermesse a quattro ruote più importante del vecchio continente: il salone di Ginevra. Intanto, gli organizzatori rassicurano sul regolare svolgimento del Salone di Ginevra, dove però è stato registrato il secondo caso di contagio in Svizzera (Il Fatto Quotidiano)

Se i governanti non saranno trasparenti su cosa succede, diffonderanno più panico, minando la fiducia ed esacerbando l'impatto economico", sentenzia. Il coronavirus fa il giro del mondo e intacca la crescita economica degli Stati, anche quelli con i parametri migliori. (LiberoQuotidiano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.