Montepaone, prima vittima di covid-19. A Chiaravalle nucleo familiare isolato e situazione sotto controllo

Montepaone, prima vittima di covid-19. A Chiaravalle nucleo familiare isolato e situazione sotto controllo
CatanzaroInforma SALUTE

Lo ha scritto su facebook il primo cittadino di Montepaone.

Con lo stesso mezzo il sindaco di Chiaravalle ha fatto sapere che nel paese ci sono 16 nuovi casi positivi ma la maggior parte di loro sono casi riscontrati da tempo e facenti parte di un nucleo familiare già isolato e che sta bene.

“Con profonda tristezza piangiamo la prima vittima di Covid-19 nel nostro comune.

Situazione sotto controllo

E’ per me molto doloroso condividere con voi questa notizia, purtroppo Mariangela non ce l’ha fatta. (CatanzaroInforma)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Lo studio mostra un aumento del rischio di ricoveri associati alle varianti anche negli individui di mezza età. Unica eccezione i decessi totali, che nel caso della variante inglese sono addirittura meno e superano il Covid «arcaico» solo nel caso della variante sudafricana (Corriere della Sera)

BOLLETTINO CORONAVIRUS ITALIA 3 MAGGIO/ Ministero Salute: 256 morti, 5.948 nuovi casi. Con la variante sudafricana il rischio di ospedalizzazione sale del 19,3%, di terapia intensiva del 2,3%, invece l’età media è di 67 anni. (Il Sussidiario.net)

Rispetto a 7 giorni fa, la settimana inizia con una netta flessione sulla precedente: lunedì 26 i nuovi casi rintracciati erano stati 8.444, circa 2.500 in più del dato odierno. I ricoverati con sintomi nei reparti Covid sono 18.395 e altri 2.490 pazienti positivi sono assistiti in terapia intensiva. (Il Fatto Quotidiano)

Covid, lo studio in Europa: “Le tre varianti più diffuse aumentano i ricoveri dei più giovani”

Nei reparti di terapia intensiva ci sono 2.490 pazienti; di questi, 121 hanno fatto il loro ingresso in rianimazione nella giornata di oggi (ieri 109). Il bollettino del 3 maggio. (Open)

Anche Zehender osserva che “la variante B.1.617 è ancora sottoposta a indagini e si può ancora dire molto poco in relazione alla sua trasmissibilità e agli effetti che su di essa hanno i vaccini E’ un dato, si rileva nell’articolo, che indica “la necessità di raggiungere rapidamente livelli elevati di copertura vaccinale e di aderire alle misure di sanità pubblica tese a ridurre l’incidenza del virus SarsCoV2″. (Quotidiano online)

La ricerca ha analizzato la diffusione delle varianti inglese (B.1.1.7), sudafricana (B.1.351) e brasiliana (P.1) in sette Paesi europei, compresa l’Italia, in tutte le fasce d’età, da 0-19 anni agli over 80. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr