Suona la prima campanella dopo lo stop: 5,6 milioni di studenti tornano in classe

Suona la prima campanella dopo lo stop: 5,6 milioni di studenti tornano in classe
L'Arena SALUTE

Tra loro sono 2,7 milioni gli alunni più piccoli della scuola dell’infanzia e del primo ciclo, ammessi a scuola dal DL 44, anche se si trovano in regioni classificate in zona rossa.

Con riferimento ai diversi settori scolastici, seguiranno le attività didattiche a scuola complessivamente 1.393.010 bambini delle scuole dell’infanzia (il 100%), 2.605.865 alunni della primaria (il 100%), 1.019.904 alunni della scuola secondaria di I grado (il 59,5%) e parzialmente in alternanza al 50% 549.929 studenti delle superiori (il 19,7%)

Per le stesse ragioni nelle regioni in zona rossa potranno accedere ai servizi per la prima infanzia (asili nido, 0-3 anni) anche 212 mila bambini. (L'Arena)

Ne parlano anche altri giornali

Misure che abbiamo presentato ai sindacati e sulle quali ci siamo confrontati con l’Ufficio scolastico regionale. Le Aziende sanitarie potranno effettuare interventi rapidi per la limitazione e il contenimento di focolai scolastici, lì dove dovessero nascere. (ravennanotizie.it)

Con una differenza: per i più grandi, dalla seconda della scuola secondaria di primo grado alla quinta secondaria di secondo grado, le lezioni saranno ancora a distanza, via pc; per gli oltre 70 mila tra bambini e bambine della scuola dell’infanzia e studenti e studentesse della scuola primaria e della prima della secondaria di primo grado, invece, da questa mattina si torna sui banchi. (L'Eco di Bergamo)

A oltre un mese dall'ultimo giorno di scuola in presenza - lo scorso 4 marzo - domani tornano in classe tutti gli studenti fino alla prima media. La componente maggiore, ovviamente, è costituita dalle scuole elementari, con 451.012 studenti, seguiti dall'infanzia con 239.795 e dalle medie con circa 98.039 ragazzi. (La Repubblica)

Riapertura scuole, le forze di maggioranza decise: “Riportiamo tutti gli studenti in classe”

Importante il dato sulla vaccinazione del personale scolastico, che sta rispondendo positivamente alla campagna messa in atto, ma che non puo' essere sufficiente a garantire una riapertura in sicurezza". (IL GIORNO)

Per tutti i contatti stretti individuati verrà emesso, da parte del Dipartimento, un provvedimento di quarantena. Confermata la campagna di screening in farmacia per alunni, familiari e per lo stesso personale scolastico, con la possibilità per tutti loro di effettuare gratuitamente tamponi rapidi. (RavennaToday)

L’obiettivo, di cui abbiamo parlato anche nei giorni scorsi, sarebbe quello, da parte del Governo, di voler chiudere con le lezioni in presenza per tutti gli studenti. (Orizzonte Scuola)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr