VIDEO Arbitro Tunisia-Mali: fischio finale all'86'! Viene portato fuori con la scorta

VIDEO Arbitro Tunisia-Mali: fischio finale all'86'! Viene portato fuori con la scorta
Più informazioni:
OA Sport SPORT

Andiamo a rivivere il tutto con questi video di Eurosport:. Foto: Lapresse

Successivamente, dopo un consulto, l’incontro è ripartito, ma senza l’assegnazione dei minuti di recupero (nonostante lo stop).

L’arbitro, Janny Sikazwe, ha dato il triplice fischio addirittura all’85’, con il match in pieno svolgimento, scaturendo ovviamente l’ira dei tunisini e del pubblico.

Ha dell’incredibile ciò che è accaduto oggi in occasione di Mali-Tunisia, match valido per il Girone F della Coppa d’Africa. (OA Sport)

La notizia riportata su altri media

Probabile il ricorso. vedi letture. È finita nel modo più surreale possibile la partita tra Tunisia e Mali. (TUTTO mercato WEB)

La Tunisia e il Mali continuano a battagliare fino all'85' quando l'arbitro ferma il gioco in modo definitivo. Sikazwe ha fischiato la fine della partita con cinque minuti di anticipo, poi l'ha ripresa espellendo un giocatore e l'ha definitivamente fatta terminare prima del 90′. (Sport Fanpage)

Difficile pensare che Janny Sikazwe possa continuare a fischiare in Camerun L'arbitro fischia la fine in anticipo. per due volte Sul risultato di 1-0 per il Mali, quando il cronometro segna 85:06 l'arbitro stupisce tutti decretando la fine. (Sky Sport)

Tunisia-Mali, finale incredibile: l'arbitro fischia in anticipo la fine, poi è caos sul recupero!

Comunque non importa; la vittoria è arrivata e sicuramente Lassana e la sua nazionale vorranno continuare ad ottenere punti, per accedere alla fase finale dell’avvincente torneo africano Buona la prima per il Mali di Lassana Coulibaly, che debutta in Coppa d’Africa battendo 0-1 la Tunisia, in una partita combattuta e confusionaria. (Salernitana News)

Le proteste della Tunisia (che era sotto 1-0) lo convincono a riprendere il gioco ma il triplice fischio definitivo arriva ancora in anticipo, a 17 secondi dal 90°. Quando negli spogliatoi si è paventata l'idea di tornare in campo per 3 minuti, la Tunisia si è rifiutata di rientrare. (Napoli Magazine)

Il signor Sikazwe, accusato in passato di corruzione, deve abbandonare il campo scortato dalla polizia, ma la storia ha ancora un capitolo aggiuntivo in serbo.Dopo le premiazioni di fine partita e le conferenze stampa del caso, succede l'incredibile:e questo potrebbe comportare una sanzione nei suoi confronti, ma non è da escludere che possano presentare ricorso per reclamare l'errore tecnico dell'arbitro. (Calciomercato.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr