“Curiamo Archie in Italia”. Ma i giudici fanno staccare la spina

“Curiamo Archie in Italia”. Ma i giudici fanno staccare la spina
Per saperne di più:
Nicola Porro ESTERI

Il Caso Archie. Stiamo parlando, ovviamente, della tragica vicenda del dodicenne Archie Battersbee, trovato in coma dalla madre ad aprile, disteso a terra con una corda intorno alla testa, probabilmente per un gioco sui social finito in disgrazia.

Ecco, per i medici occorreva staccare la spina, proprio perché il bambino si trovava in stato di morte celebrale.

E voi direte: “Beh, si tratta comunque di un parare professionale, totalmente estraneo dalle scelte che faranno i genitori di Archie”. (Nicola Porro)

Ne parlano anche altri media

"Siamo assolutamente delusi, non abbiamo diritti sui nostri figli, è disgustoso", ha dichiarato in lacrime la mamma del ragazzino, Hollie Dance. Archie potrebbe essere trasferito in un hospice per essere "accompagnato" alla morte (Repubblica TV)

Curare non significa esclusivamente guarire, ma farsi carico: di chi sta soffrendo, di chi è debole, di chi è fragile", si legge in un editoriale. "Archie non è una foglia secca, è un bambino in carne ed ossa, come lo erano Charlie Gard, Alfie Evans e lo è Tafida Raqeeb, curata in Italia dopo il braccio di ferro con le autorità sanitarie londinesi. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Archie Battersbee deve restare in Inghilterra. Si è concluso con l'ennesimo diniego la battaglia legale di mamma Holly e Papà Paul, i genitori del 12 inglese in stato vegetativo - per i medici " irreversibile " - dallo scorso aprile. (ilGiornale.it)

Eutanasia: è giusto staccare la vita se c'è morte cerebrale?

Archie potrebbe essere trasferito in un hospice per essere "accompagnato" alla morte I genitori invece hanno lottato senza successo affinché i tribunali britannici impedissero che venisse spento il ventilatore del ragazzo e interrotta l'alimentazione. (Corriere TV)

Quando è lecito sospendere le terapie? La dignità della persona umana va tutelata anche nel suo ultimo atto, la morte (Famiglia Cristiana)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr