Renault: perde 7,4 mld in semestre con Covid e Nissan

Giornale di Sicilia Giornale di Sicilia (Economia)

Il risultato, si legge in una nota, sconta il contributo negativo di Nissan (-4,8 miliardi) e gli effetti del Covid19, che hanno pesato per 1,8 miliardi sul margine operativo.

La perdita operativa si è attestata a 2 miliardi.

Renault ha chiuso il primo semestre con una perdita di 7,39 miliardi di euro, a fronte dell'utile di 1,05 miliardi dello stesso periodo del 2019.

Alla luce delle incertezze sull'epidemia di Covid19, il gruppo "non è in una posizione di dare una guidance affidabile per l'esercizio" limitandosi a confermare l'obiettivo di 600 milioni di risparmi su costi per il 2020.

Nel primo semestre le vendite del gruppo francese sono scese del 34,9% a 1,26 milioni di unità, provocando un crollo dei ricavi del 34,3% a 18,4 miliardi (-32,9% a tassi e perimetro costanti). (Giornale di Sicilia)

Su altri giornali

Ci vuole concretezza, prepararsi al futuro significa costruire la nostra strategia di sviluppo, su cui stiamo lavorando attivamente, sono fiducioso”. Un modello di successo fino alla "cacciata" di Ghosn. (l'Automobile - ACI)

Il piano di tagli. Nel maggio scorso, Renault ha varato un piano pesante di tagli: 14.600 posti di lavoro in meno nel mondo e una riduzione della produzione di un quinto per arrivare entro due anni a un risparmio di 2 miliardi di euro, di cui già 600 milioni nell'anno in corso. (l'Automobile - ACI)

IN BILICO RENAULT, ASPETTANDO MACRON. Parallelamente, se soffre Nissan soffre anche Renault, il cui sposalizio era in crisi già prima del Covid. La perdita netta è pari a 285,6 miliardi di yen (rispetto ai 6,4 miliardi di profitti dello stesso periodo dell’anno precedente). (Startmag Web magazine)

Nella prima metà del 2020 Renault ha dunque perso più del doppio dell’intero esercizio 2009 (-3,1 miliardi). Anche l’utile prima delle imposte è in rosso, di 1,4 miliardi, rispetto ai +9,6 miliardi di un anno fa. (FIRSTonline)

Alla luce delle incertezze sull’epidemia di Covid19, il gruppo «non è in una posizione di dare una guidance affidabile per l’esercizio» limitandosi a confermare l’obiettivo di 600 milioni di risparmi su costi per il 2020. (Il Messaggero - Motori)

Guardando al futuro Renault non si sbilancia: "Tenuto conto delle incertezze che pesano sulla situazione sanitaria, sia in Europa che nei mercati emergenti, Renault non è in grado di dare una guidance affidabile per l'esercizio". (Yahoo Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr