Vaccino AstraZeneca: possibile la seconda dose con Moderna, Pfizer o Johnson & Johnson?

Vaccino AstraZeneca: possibile la seconda dose con Moderna, Pfizer o Johnson & Johnson?
Gazzetta del Sud SALUTE

Tra le domande di chi deve ricevere la seconda dose di vaccino, la più frequente in queste ore è questa: chi esegue la prima dose con un vaccino COVID-19 (Astrazeneca-Vaxzevria, Moderna o Pfizer) può fare la seconda con l’altro vaccino?

Essendo iniziato da qualche mese, secondo Remuzzi «i risultati dovrebbero arrivare nel giro di pochi mesi

«Stanno cioè confrontando gruppi - prosegue - dove ad alcuni viene data la prima dose di vaccino AstraZeneca e la seconda di Pfizer, un altro a cui danno la prima con mezza dose di AstraZeneca e la seconda intera e un altro ancora in cui si danno due mezze dosi». (Gazzetta del Sud)

Se ne è parlato anche su altre testate

Spiegare non serve, ripetiamo a tutti che Moderna è la stessa cosa di Pfizer, funzionano con lo stesso principio, gli RNA sono un pò diversi, ma a livello degli effetti collaterali e dell'efficacia sono esattamente la stessa cosa». (leggo.it)

L'uomo, nella categoria dei fragili, era stato vaccinato all'ospedale San Giuseppe di Empoli dopo regolare prenotazione sul portale. Fucecchio, 6 aprile 2021 - Slitta di un giorno l'autopsia sul sessantenne di Fucecchio morto nei giorni scorsi poche ore dopo la somministrazione del vaccino Moderna. (LA NAZIONE)

Pfizer ha invece una percentuale di somministrazione del 96%, (8.375.625 di dosi su 8.709.480 consegnate). In totale in Italia su 14.136.480 dosi dei tre vaccini arrivate ne sono state somministrate 11.252. (Primocanale)

Vaccini Astrazeneca, metà delle dosi rimasta in frigo

È previsto in Puglia l'arrivo di un rifornimento di vaccinipari a. Sempre nella corrente settimana si procederà alla vaccinazione in favore del personale scolastico e universitario non ancora vaccinato e si dovrà garantire l'operatività dei medici di assistenza primaria che hanno manifestato la volontà di vaccinare presso i propri studi o a domicilio. (MolfettaViva)

Quando è arrivata l’autorizzazione per AstraZeneca, prima in Gran Bretagna e poi nell’Unione europea, i dati i mostravano un’efficacia certa fino a 65 anni. In Italia i casi di trombosi sono molto eterogenei tra loro: è molto difficile trarre conclusioni. (Corriere dell'Umbria)

Al 25 marzo, ad esempio nel Lazio, secondo i dati del governo erano state consegnate 307 mila dosi di AstraZeneca, secondo la Regione invece solo 255 mila. Sempre al 31 marzo risultavano somministrate 1.913.706 dosi di vaccini AstraZeneca, secondo il ministero della Salute, su 2.752.400 consegnate, quasi il 70%. (TerzoBinario.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr