"Didattica a distanza? Ipotesi già scartata"

LA NAZIONE INTERNO

Al consiglio comunale di lunedì pomeriggio è stato infatti messo un nuovo punto all’ordine del giorno tutto dedicato alla questione che interessa circa 600 alunni da riposizionare.

Al. di Luca Bongianni. La città ora aspetta risposte e soluzioni sull’inagibilità della scuola Curtatone e Montanara.

"Il sindaco ci ha rassicurato che sarà sicuramente evitata la didattica a distanza per questi ragazzi – ha detto Federico Orsini, presidente della consulta –

di Luca Bongianni La città ora aspetta risposte e soluzioni sull’inagibilità della scuola Curtatone e Montanara. (LA NAZIONE)

La notizia riportata su altre testate

Mi chiedo: “Ma se non fossimo ricorsi alla Dad in questi due anni scolastici in regime di pandemia quali sarebbero i risultati dell’Invalsi ora? E in questo senso l’innovazione tecnologica e informatica già sperimentata in Dad non può che ritornare utile e complementare». (La Gazzetta di Modena)

Le riflessioni sugli strumenti È consapevole che ci sia molto da fare per risalire la china il vicedirettore dell’Ufficio scolastico regionale Bruno Di Palma. Uno studente in Dad (foto archivio). Non che prima la situazione fosse rosea, ma è certo che la pandemia, con conseguente dad prolungata, soprattutto alle superiori, ha contribuito ulteriormente a erodere le competenze degli studenti. (Corriere della Sera)

Cristina Giachi * In questi giorni è tutto un gran parlare di apprendimento, didattica, aule. E siamo tentati di pensare che, per quanto riguarda la scuola, il nostro problema più grande sia il virus. (La Nazione)

Bisogna che la politica tutta, dal ministro dell’istruzione a quello della salute per passare dal parlamento alle regioni trovino una soluzione affinché sia garantita la scuola in presenza”. Lo ha detto sulla sua pagina facebook il direttore di Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova Matteo Bassetti sulla sua pagina facebook. (Genova24.it)

Invalsi, in Puglia e Campania si pagano i danni delle chiusure prolungate: “c’è responsabilità politica”. (Oggi Scuola)

Si riduce quindi l'effetto perequativo della scuola sugli studenti che ottengono risultati buoni o molto buoni, nonostante provengano da un ambiente non favorevole (i cosiddetti resilienti).I divari territoriali tendono ad ampliarsi. (AndriaViva)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr