La storia di Lucy Salani, a 97 anni è la trans più vecchia d'Italia: da superstite dei lager a nonna adottiva

La storia di Lucy Salani, a 97 anni è la trans più vecchia d'Italia: da superstite dei lager a nonna adottiva
Il Riformista CULTURA E SPETTACOLO

“Mia madre era disperata – racconta Lucy nel documentario – Volevo sempre fare ciò che a quell’età facevano le bambine: cucinare, pulire e giocare con le bambole.

Erano gli anni ’30 del ‘900, il fascismo era in auge e in quel tempo la vita per Lucy non era semplice.

Lucy Salani, al secolo Luciano, a 97 anni è la trans più vecchia d’Italia.

Lo ha fatto in un docufilm dal titolo “C’è un soffio di vita soltanto” di Matteo Bortugno e Daniele Coluccini. (Il Riformista)

Ne parlano anche altre testate

All’inizio si chiedeva cosa volessero da lei quei due giovani registi che avevano iniziato a frequentarla con l’intenzione di fare un documentario sulla sua vita. Poi, li ha accolti, si è manifestata una fiducia reciproca e le riprese si sono succedute per un anno in un clima di rispetto, ascolto, comprensione. (Il Manifesto)

Un’esistenza in cui Luciano/Lucy è stata un po’ di tutto: soldato e disertore dopo l’8 settembre, tappezziere, ballerina, madre adottiva. Come nel mio film preferito vorrei andare su un altro pianeta in un nuovo corpo». (Sette del Corriere della Sera)

«C'è un soffio di vita soltanto», le scelte di Lucy e la libertà del corpo nel suo desiderio

Foto: Kimerafilm Lucy Salani nel film "C’è un soffio di vita soltanto". Il titolo del film C’è un soffio di vita soltanto? La famiglia è il luogo in cui c’è amore, comprensione, e anche scontro, ma fondamentalmente in cui c’è vita. (Icon Magazine)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr