Paolo Savona-choc: "Perché siamo in una dittatura". Banche, la bomba contro l'Europa dell'ex ministro

Paolo Savona-choc: Perché siamo in una dittatura. Banche, la bomba contro l'Europa dell'ex ministro
LiberoQuotidiano.it INTERNO

L'intervento, che doveva rimanere segreto, non è il primo per Savona in grado di sollevare il polverone

Insomma, "la democrazia entra in crisi ed emergono i sintomi latenti della dittatura, come quella nella quale viviamo ai giorni nostri.

Delega fiscale, Salvini punta i piedi. Il riferimento pare essere ai no-vax e ai no-Green pass, in guerra contro la dittatura sanitaria.

Il numero uno della Consob afferma che viviamo in un'epoca "di dittatura". (LiberoQuotidiano.it)

Ne parlano anche altre testate

I problemi sono sorti quando, in seguito a uno sbaglio, la lettera di Savona è finita per errore sul sito del Comitato per l'Indipendenza della Banca Popolare di Sondrio. Il presidente della Consob ha denunciato un clima da " dittatura ", lo stesso che andrebbe a manifestarsi persino nelle vicende che hanno coinvolto la Banca Popolare di Sondrio (ilGiornale.it)

Sono le parole del presidente della Consob Paolo Savona, che torna nuovamente al centro delle polemiche per uno scambio di opinioni con Marco Vitale, promotore del Comitato per l’autonomia e l’indipendenza della Banca Popolare di Sondrio. (Investing.com)

Il presidente della Consob Savona:. La polemica è partita da un messaggio di Paolo Savona, che doveva restare privato, sulla vicenda della quotazione della Banca Popolare di Sondrio. "Quando la qualità che tu invochi si disgiunge dalla quantità (il voto), la democrazia entra in crisi ed emergono i sintomi latenti della dittatura, come quella nella quale viviamo ai giorni nostri. (Yahoo Finanza)

Paolo Savona: “siamo in dittatura”/ Bufera su n.1 Consob: Renzi chiede dimissioni

Renzi chiede le dimissioni di Paolo Savona. “Il presidente di un autorità indipendente in una Repubblica italiana, che non è la Repubblica delle banane, non dice quelle cose lì. Non è la prima volta che Paolo Savona evoca la dittatura in un intervento (Imola Oggi)

Nella missiva, Savona denuncia un clima da “dittatura”, che si manifesterebbe persino nelle vicissitudini che hanno coinvolto Bps. Lo stesso Savona ha poi gettato acqua sul fuoco: “Si tratta di idee liberali che sorprendono solo chi libero non è” (L'HuffPost)

Savona allora si difende e su “Repubblica” replica, «La lettera privata rientra in uno scambio di idee che da lungo tempo intrattengo con l’illustre studioso. Dire quello che lui ha detto sulla dittatura, mi porta a chiedere le dimissioni di Savona dalla Consob. (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr