In Calabria riparte il turismo e anche le gite abusive "è uno scempio"

Quotidiano online ECONOMIA

Lo afferma, in un comunicato, Giovanni Giordano, delegato regionale del Movimento autonomo agenzie di viaggio (Maavi).

– “Con la riapertura delle regioni e l’allentamento delle restrizioni torniamo ad assistere nuovamente alla vergognosa prassi dell’organizzazione di pacchetti turistici spesso definiti comunemente gite da parte di soggetti non autorizzati o senza tanti giri di parole autentici abusivi che violano indisturbati le leggi”. (Quotidiano online)

La notizia riportata su altre testate

Un italiano su 2 ha intenzione di andare in vacanza tra giugno e settembre: il nostro Paese resta la meta preferita e la scelte sono poco condizionate dall’emergenza sanitaria. La maggioranza prevede di trascorrere un periodo di ferie in una località diversa da quella di residenza: con certezza il 22,3% e probabilmente il 27,8%, in totale il 50,1%. (calabriadirettanews)

Il Covid ha condizionato la scelta del luogo per il 48,6% (sommando le risposte «Molto» e "Abbastanza") di coloro che hanno intenzione di andare in vacanza Nel Centro Italia c'è la quota più alta di chi, in assenza di Covid, avrebbe scelto un altro tipo di vacanza, pari al 40,2%. (La Sicilia)

A parita’ di luogo di vacanza scelto, le vacanze tendono a essere piu’ brevi per i residenti del Mezzogiorno rispetto a quelli del Centro-nord. Il 33,3% scegliera’ la regione di residenza, mentre il 63,6% optera’ per un’altra regione. (Notizie d'Abruzzo)

Dopo il miglioramento del 2019, nell’anno della pandemia la povertà assoluta aumenta raggiungendo il livello più elevato dal 2005 (inizio delle serie storiche) Lo rileva l’Istat in un report, spiegando che nel 2020 sono in condizione di povertà assoluta poco più di due milioni di famiglie, pari al 7,7% del totale dal 6,4% del 2019. (LaPresse)

Si precisa che cliccare sui link a tali social network potrebbe comportare l'installazione di cookies da parte di tali terze parti Tipologie di Cookie utilizzati dal Sito. Cookie Tecnici (obbligatori). (Requadro)

Per chi opta per la formula “fuori regione” la vacanza avrà una durata non superiore ai 14 giorni. Le vacanze italiane. Per la tipologia di alloggio si rileva che il 34% preferisce la sistemazione collettiva in albergo, Hotel o pensione. (Metropolitano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr