Fedez 1 maggio, Salvini: "Polemica interna alla sinistra"

Fedez 1 maggio, Salvini: Polemica interna alla sinistra
Adnkronos CULTURA E SPETTACOLO

È tutta una polemica interna alla sinistra

"Fedez e Rai 3, polemica tutta interna alla sinistra.

Già ieri il leader della Lega aveva invitato Fedez "a bere un caffè, tranquilli, per parlare di libertà e di diritti".

Artista di sinistra, “censori” di sinistra.

Così Matteo Salvini su Twitter commenta il caso Fedez nato dopo il discorso del rapper al concerto del primo maggio.

(Adnkronos)

Ne parlano anche altri giornali

DISTRIBUTION FREE OF CHARGE – NOT FOR SALE Il leader della Lega sul ddl Zan: "Propone galera per chi pensa che adozioni gay e lezioni gender non siano il futuro". (LaPresse) Il leader della Lega Matteo Salvini su Twitter: “Chiariamo alcune cose: innanzitutto la censura, sono sempre contro ogni tipo di censura. (LaPresse)

Il resto dell'inchiesta. Il resto della video-inchiesta di Fanpage si concentra poi sull'ascesa ai vertici della Lega di Claudio Durigon e dei rapporti tra il sindacato Ugl e il Carroccio. È questa la frase che sta scatenando un putiferio attorno al sottosegretario all'Economia Claudio Durigon. (ciociariaoggi.it)

Mostrandosi “provato” dal clamore suscitato da quelle parole rese in libertà, fra l’urgenza di liberarsi di un interlocutore e il millantato credito Ieri Matteo Salvini ha difeso il sottosegretario Claudio Durigon dopo il polverone generato dalla video inchiesta di Fanpage in cui veniva riportata la frase “Quello che fa le indagini sulla Lega lo abbiamo messo noi”. (neXt Quotidiano)

Il discorso di Fedez al concerto del primo maggio e il botta e risposta con Salvini

Sembra che non se ne sia mai accorto nessuno e questo la dice lunga sulla percezione che in questo Paese si continua ad avere della criminalità organizzata «Questo è il governo dei migliori?» gli chiese una giornalista e lui rispose «certo questi sono gli uomini migliori della Lega». (left)

L’ultima pena del governo Draghi si chiama Claudio Durigon, l’ex numero 1 dell’Ugl che nel 2018 diventa uno degli uomini ombra di Matteo Salvini e l’artefice della costruzione della Lega partito nazionale. (Il Riformista)

https://t.co/IJxg1QeH44 — Fedez (@Fedez) May 1, 2021. Le schermaglie tra Fedez e Salvini (prima e dopo il concerto). Dopo l’esibizione paradossalmente i toni si sono raffredati. Dopo un appello rivolto al premier Draghi, invitato da Fedez a occuparsi anche dei lavoratori dello spettacolo, il discorso si sposta proprio sul ddl Zan. (Today.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr