Dal Senato primo sì alla manovra. Irpef, bollette, superbonus: tutte le misure

AGI - Agenzia Italia INTERNO

Il via libera finale di Montecitorio è previsto tra il 30 e il 31 dicembre.

E ancora, via libera alla proroga di sei mesi, per pagare, senza interessi di mora, le cartelle esattoriali notificate dal primo gennaio al 31 marzo 2022.

Arriva la norma anti-delocalizzazioni. Via libera alle norme anti-delocalizzazioni delle imprese che si applicano ai datori di lavoro con almeno 250 dipendenti

ella notte il via libera alla fiducia con 215 voti favorevoli e 16 contrari. (AGI - Agenzia Italia)

Ne parlano anche altre testate

A rallentare i tempi le necessarie verifiche sulle coperture da parte della Ragioneria sulle tante novità introdotte. In tutto la manovra vale 32 miliardi: nuova Irpef, pensioni, fondo taglia-bollette, rifinanziamento del reddito di cittadinanza e ritocchi a bonus e superbonus e riforma degli ammortizzatori sono gli assi portanti (La Stampa)

Sempre sul fronte sociale, la manovra destina oltre un po' meno di un miliardo al rifinanziamento del reddito di cittadinanza, i cui meccanismi di funzionamento saranno però in parte modificati. (ilmessaggero.it)

Trentadue miliardi di risorse in un testo dal chiaro segno espansivo: la legge di Bilancio introduce il primo tassello della riforma fiscale agendo su Irpef ed Irap, mette 3,8 miliardi sul piatto per affrontare i rincari delle bollette (ma già il premier ha dato la disponibilità a fare di più), estende i bonus per la casa (e in questo il parlamento ha operato eliminando i paletti che il governo avrebbe voluto) (La Repubblica)

Dal taglio di Irpef e Irap alla rateizzazione delle bollette. Ok della commissione Bilancio del Senato a tutti gli emendamenti del governo. L’iter dopo il passaggio in Senato. La Legge di Bilancio successivamente approderà nell’Aula della Camera martedì 28 dicembre, con l’avvio della discussione generale alle 14. (lentepubblica.it)

E come spenderà i soldi il Governo nel 2022? La dotazione della Manovra 2022. La Legge di Bilancio 2022 mette a disposizione molto di più di quanto previsto in base alla differenza tra il deficit tendenziale e programmatico stimato sui 23 miliardi di euro circa. (Money.it)

Circa 450 milioni di euro che la Lega restituirà in comode rate. Se entro il 16 di quel mese le società non avranno i conti apposto rischieranno penalizzazioni in classifica e multe. (Calcio In Pillole)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr