CureVac ritira vaccino da iter approvazione Ema e punta su mRna seconda generazione

CureVac ritira vaccino da iter approvazione Ema e punta su mRna seconda generazione
Adnkronos ESTERI

L'azienda però sta valutando la possibilità di sfruttare gli impegni assunti su CVnCoV per i candidati vaccini di seconda generazione.

Lo stesso periodo in cui CureVac e Gsk si aspettano che i candidati di seconda generazione siano già passati alla fase clinica avanzata.

CureVac annuncia la decisione di ritirare il suo candidato vaccino anti Covid di prima generazione (CVnCoV) dall'attuale iter di approvazione in corso all'Agenzia europea del farmaco Ema (Adnkronos)

Se ne è parlato anche su altre testate

Considerata tra le scommesse più promettenti, l'azienda tedesca aveva ottenuto un prestito da 75 milioni di euro dalla Banca europea per gli investimenti. L'Ema aveva ricevuto dati non clinici (di laboratorio) mentre i risultati dello studio principale avrebbero mostrato solo una modesta efficacia del vaccino negli adulti. (Today.it)

12 OTT - CureVac ritira il suo candidato al vaccino contro il Covid di prima generazione e si concentrerà sulla collaborazione con Gsk per sviluppare invece la tecnologia del vaccino mRna di seconda generazione. (Quotidiano Sanità)

CureVac ha annunciato la decisione di ritirare il suo candidato vaccino anti-Covid di prima generazione (CVnCoV) dall’iter di approvazione presso l’Agenzia europea del farmaco (Ema). L’azienda, dal canto suo, mantiene il diritto di richiedere un’altra revisione in futuro o di presentare una domanda di autorizzazione alla commercializzazione. (Il Sussidiario.net)

CureVac giù a Wall Street dopo ritiro candidato vaccino anti Covid

L’azienda tedesca si concentrerà sullo sviluppo dei candidati vaccini a mRna di seconda generazione ai quali sta lavorando in collaborazione con la britannica GlaxoSmithKline. Come diretta conseguenza di questa scelta, CureVac informa anche che “cesserà l’attuale accordo di acquisto anticipato con la Commissione europea” e si prepara ad affrontare le esigenze della fase acuta della pandemia (L'HuffPost)

La potenziale approvazione di questo vaccino sarebbe arrivata nel secondo trimestre del 2022, quando si prevede che i candidati del programma di vaccini di seconda generazione sarebbero passati allo sviluppo clinico in fase avanzata. (Quotidiano Sanità)

A pesare sul titolo contribuisce la decisione del gruppo biotech di ritirare il suo candidato vaccino contro il Covid-19 di prima generazione per puntare su quello di seconda generazione. Per la prossima seduta potremmo assistere ad un nuovo spunto ribassista con target stimato verosimilmente a 35,88 (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr