Stretta in Friuli, Udine e Gorizia in arancione: medie, superiori e atenei in Dad

Telefriuli ECONOMIA

Da lunedì 8, infine, saranno sospese in tutta la regione le lezioni in presenza nelle scuole medie, superiori e nelle università.

La situazione epidemiologica in regione spaventa, in particolar modo nelle ex provincia di Udine e Gorizia.

Da lunedì 8 marzo andranno in didattica a distanza medie, superiori e università in tutta la regione.

Da venerdì 5 marzo le ex provincia di Udine e Gorizia andranno in zona arancione

Da venerdì 5 marzo le ex province di Udine e Gorizia passeranno in zona arancione, quelle di Trieste e Pordenone passeranno, invece, al 'giallo rafforzato'. (Telefriuli)

La notizia riportata su altri giornali

Attività in presenza solo se necessario l'uso di laboratori non fruibili da remoto o per mantenere l'inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali. Analogamente, svolgeranno attività in presenza gli alunni delle scuole secondarie di primo grado privi delle condizioni per svolgere la didattica a distanza. (La Nuova Sardegna)

Sono inoltre 3.129 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 250 casi (7,99%). Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi. (Zazoom Blog)

Da lunedì 8, infine, saranno sospese in tutta la regione le lezioni in presenza nelle scuole medie, superiori e nelle università. Nelle ultime settimane è stato registrato un forte aumento generalizzato dei contagi tra i giovani, con punte a Udine e Gorizia (Telefriuli)

Analogamente, svolgeranno attività in presenza gli alunni delle scuole secondarie di primo grado privi delle condizioni per svolgere la didattica a distanza. Attività in presenza solo se necessario l’uso di laboratori non fruibili da remoto o per mantenere l’inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali. (la voce d'italia)

La stretta più dura è da sabato nelle province di Udine e Gorizia. Siamo arrivati a 143mila prenotazioni per la prima dose. (Il Gazzettino)

Lo ha detto Fedriga in diretta questa mattina annunciando la nuova ordinanza. “Regione Friuli Venezia Giulia si è presa la responsabilità di fare scelte difficili facendo pagare un ulteriore prezzo, a chi questo prezzo l’ha già pagato in modo molto salato come studenti ed esercenti”. (Nordest24.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr