Perfida, spietata: l'Inter ha ribadito di essere la più forte

Perfida, spietata: l'Inter ha ribadito di essere la più forte
Radio Radio SPORT

Derby senza pubblico ma con almeno diecimila tifosi in battaglia fuori da San Siro.

L’Inter società, nell’attesa del trionfo, dovrà trovare i soldi degli stipendi. Perfida.

L’Inter squadra ha ribadito di essere la più forte e ha dato la paga a tutti in campo.

L’Inter società, nell’attesa del trionfo, dovrà trovare i soldi degli stipendi

(Radio Radio)

Ne parlano anche altri giornali

I nerazzurri indirizzano subito il match con un gol di Lautaro Martinez al 5' di gioco. Grazie allo 0-3 gli uomini di Conte allungano dunque sulle rivali in classifica, portandosi a +4 proprio nei confronti del Milan di Pioli (LAROMA24)

Una sfida di vertice dopo tanti anni, un’emozione grande. Su Ibra: “Chiedere se Ibra è pronto per un derby è un po’ una provocazione. (SpazioMilan)

aldini: "Chiedermi se Ibra è pronto per il derby è una provocazione, tutto risolto con Lukaku". Paolo Maldini, direttore tecnico del Milan, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di DAZN prima del derby di oggi contro l’Inter: “Ricordi del passato. (Napoli Magazine)

Fuga nerazzurra in campionato

MILAN-INTER 0-3. 5′, 57′ Lautaro Martinez, 66′ Lukaku. . MILAN (4-2-3-1): Donnarumma G.; Calabria, Kjaer, Romagnoli, Theo Hernandez; Tonali (67′ Meité), Kessié; Saelemaekers (67′ Leao), Calhanoglu, Rebic; Ibrahimovic (75′ Castillejo). (Raffaele La Russa)

Protagonisti assoluti il tandem LuLa: l’argentino firma due reti e sale a quota 13 gol in campionato, il belga con il gol numero 17 stacca Cristiano Ronaldo in vetta alla classifica cannonieri I nerazzurri portano così a 4 punti il vantaggio in classifica sui rossoneri. (LaPresse)

Favorita dal veloce gol iniziale (Martinez dopo 5’), la truppa nerazzurra ha infatti potuto recitare un canovaccio a lei congenialissimo: si è difesa attivamente, non disdegnando veloci e mortifere ripartenze. (Ticinonline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr