Caso Epstein, Virginia Giuffrè darà battaglia: “La legge vale anche per i potenti”

Caso Epstein, Virginia Giuffrè darà battaglia: “La legge vale anche per i potenti”
La Repubblica ESTERI

Non si mette bene, per il principe Andrea, a giudicare da come l'accusatrice Virginia Giuffre ha commentato giovedì sera via Twitter il futuro della sua causa: "Sono soddisfatta della sentenza del giudice Kaplan, che consente al mio caso di andare avanti.

Sono felice di avere la possibilità di continuare ad esporre la verità

(La Repubblica)

Ne parlano anche altri giornali

Adesso che le conseguenze delle azioni del duca di York cominciano a farsi sentire, Elisabetta andrà in soccorso del suo amato Andrea? Intanto la monarchia ha dimostrato di aver completamente abbandonato Andrea togliendogli di fatto tutti i suoi titoli. (DirettaNews.com)

Leggi di più sotto il video: Il principe Andréj è processato per stupro. Se Andrew perde la causa contro Virginia, il tribunale non potrà riscuotere un’eventuale multa dalla famiglia reale. (QWERTYmag)

L’operato del Principe William per la caduta di Andrea, Duca di York è stato fondamentale. LEGGI ANCHE -> Principe Carlo Re o Principe a vita? (CheDonna.it)

Dal caso di Andrea di York alla principessa Diana fino alla Megxit: il lato “decisionista” della…

Dietro questa decisione, però, ci sarebbe stata l’influenza del Principe Carlo e di William, che starebbero cercando di convincere la sovrana d’Inghilterra a “liberarsi” di Andrea: sarà davvero così? Nelle ultime ore la Regina Elisabetta ha deciso di revocare i titoli nobiliari al figlio Andrea, coinvolto nello scandalo Epstein. (SoloDonna)

Ogni giorno, dalle finestre della sua gabbia dorata, il principe Andrea guarda il mondo esterno, anzi il giardino privato della tenuta di Windsor, rinchiuso nella mansione georgiana Royal Lodge di 30 stanze, di cui sette da letto, a dieci minuti dal Castello di Windsor dove soggiorna la madre, la regina Elisabetta. (La Repubblica)

Ma già in passato la Regina ha dimostrato non di guardare in faccia ad alcun grado di parentela. “Con l’approvazione e l’accordo della Regina, le affiliazioni militari e i patronati Reali del Duca di York sono stati rimessi nelle mani di Sua Maestà. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr