Covid, lo sfogo di Zaia: “Se credete che abbiamo sbagliato, denunciatemi”

il Corriere delle Alpi INTERNO

Il presidente Zaia ha ripercorso le tappe del Covid in Veneto: “Il 31 gennaio 2020 è nata la task force, che avrebbe dovuto decidere che fare se fosse arrivato il virus”.

Leggi anche Test rapidi e mascherine, indaga la procura di Vicenza. I tamponi rapidi

Ha ripercorso le tappe del Covid in Veneto, dal caso di Vo’, fino alla terza ondata.

Lo dice il presidente del Veneto Luca Zaia parlando davanti alla quinta commissione del Consiglio Regionale sulla seconda ondata del Covid, come richiesto dalle opposizioni. (il Corriere delle Alpi)

Se ne è parlato anche su altre testate

"Non vengo qua né a giustificarmi né a farmi processare vengo qua a dire come stanno le cose". Così il governatore del Veneto, Luca Zaia, concludendo la sua audizione davanti alla commissione Sanità del Consiglio regionale convocata su richiesta delle opposizioni dopo l'inchiesta di Report andata in onda la scorsa settimana. (Adnkronos)

«Chiuso il Consiglio andate in Procura e abbiate le palle di farmi una denuncia». Alcuni processi sono inspiegabili e non accetto in nessun modo che si accostino i decessi ad una nostra incuria. (TrevisoToday)

Emergenza Covid in Veneto. Zaia in Commissione: “Se pensate ci sia qualcosa di illegale andate in procura”

Durante l’audizione in Quinta commissione Sanità, il presidente ha ricordato che è stata la dottoressa Francesca Russo, direttore della Direzione Prevenzione e Sanità pubblica della Regione Veneto, a scrivere il piano pandemico della Regione Veneto, presentato il 31 gennaio 2020. (Qdpnews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr