La popstar diventa leader giallorosso. Ma Salvini insiste: ddl Zan inadatto

La popstar diventa leader giallorosso. Ma Salvini insiste: ddl Zan inadatto
ilGiornale.it CULTURA E SPETTACOLO

Viva, quindi, anche la libertà di critica a un provvedimento che rappresenterebbe, così la pensiamo noi, un passo indietro proprio sul piano della libertà d'espressione che Fedez dice di voler difendere»

Se Giuseppe Conte (solitamente molto distaccato dal dibattito politico) ha subito dichiarato la sua simpatia per Fedez («Io sto con lui.

Vertici, aggiunge il leader del Carroccio, «che non ho certo scelto io. (ilGiornale.it)

Su altri media

Chiudere piazza Duomo, spazio ampio e con numerose vie di esodo, avrebbe creato assembramenti ancora più densi e rischiosi» e «di fronte a 30mila tifosi esultanti né ha senso transennare una città». Non è andata affatto bene secondo i politici di vari schieramenti che in consiglio comunale hanno messo sotto processo il sindaco e la vice Anna Scavuzzo. (ilGiornale.it)

Il distinguo politico sul Ddl Zan fatto da Salvini non dovrebbe mettere in dubbio la posizione della Lega sui diritti civili. (Liberoquotidiano.it)

(Adnkronos) - “Insulti, intimidazioni, minacce di morte a Matteo Salvini, al quale va tutta la nostra solidarietà: ‘giuro che lo squarterei vivo', ‘Salvini muori', ‘sparate a Salvini', ‘Salvini appeso' e innumerevoli altre dichiarazioni aberranti. (LiberoQuotidiano.it)

Fedez-Salvini: cosa ci insegna la polemica esplosa al concertone del Primo Maggio

Fedez contro Salvini, Salvini contro Fedez. E poi elenca: "Salvini lo squarterei vivo, sparate a Salvini, Salvini muori, Salvini crepa, senza pace finché Salvini non sarà appeso a testa in giù". (Fanpage.it)

Alla lunga, epidemiologi e scienziati dicono che le chiusure e il coprifuoco comportano più danni che benefici. Certe battaglie si possono vincere solo dall’interno del Governo, come quella delle riaperture di tutte le attività commerciali – all’aperto e al chiuso – e l’abolizione del coprifuoco. (AGIMEG)

Salvini nella serata del Primo Maggio tenderà la mano a Fedez, invitandolo di nuovo tramite social “a bere un caffè, tranquilli, per parlare di libertà e di diritti“. Fedez preciserà che “dai vertici di Rai3 “mi hanno chiesto di omettere partiti e nomi e di edulcorare il contenuto. (La Nazione)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr