AstraZeneca, meno di 9 milioni vaccini a Italia/ In II trimestre nuovi tagli consegne

AstraZeneca, meno di 9 milioni vaccini a Italia/ In II trimestre nuovi tagli consegne
Il Sussidiario.net ECONOMIA

Ma il colosso farmaceutico auspica di recuperare tutte le mancate consegne entro la fine di settembre

Nuovi ritardi nelle consegne di vaccini anti Covid: AstraZeneca prevede di consegnare all’Ue molte meno dosi previste per il secondo trimestre.

Dunque, la fornitura totale di AstraZeneca all’Ue potrebbe essere di circa 130 milioni di dosi entro la fine di giugno, ben al di sotto dei 300 milioni che si era impegnata a consegnare all’Europa per allora. (Il Sussidiario.net)

La notizia riportata su altre testate

Stime imprecise per il secondo trimestre 2021. Sono questi i fattori che rendono difficile fare delle previsioni certe sulle consegne successive a marzo (Newsby)

Ovviamente saranno vaccinati gli avvocati fino ai 65 anni, dal momento che il vaccino Astrazeneca è stato approvato solo per la fascia d’età 18-65 anni. (ragusah24.it)

Così l'azienda AstraZeneca, in merito alle voci sulla possibilità che le dosi del vaccino anti-Covid venissero consegnate in numero ridotto. "Questa settimana supereremo 1,5 mln di dosi consegnate e abbiamo l'obiettivo di superare i 5 mln per fine marzo". (PPN - Prima Pagina News)

Vaccini: “Over 80 in attesa, prima forze dell'ordine e insegnanti”

Per quanto riguarda l’Italia, prosegue nella nota l’azienda farmaceutica, “questa settimana supereremo 1,5 milioni di dosi consegnate e abbiamo l’obiettivo di superare i 5 milioni di dosi per la fine di marzo”. (LA NOTIZIA)

Prevediamo infatti che circa la metà delle dosi previste provengano dalla catena di approvvigionamento europea nella quale stiamo continuando a lavorare per aumentarne la produttività". "AstraZeneca conferma che lavora con l'obbiettivo di essere in linea con quanto indicato nel contratto. (AGI - Agenzia Italia)

Il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti fa il punto sulla situazione Coronavirus e vaccini in Liguria. “Per quanto riguarda la calendarizzazione dei vaccini destinati agli over 80 – aggiunge -, permangono alcuni disallineamenti, soprattutto in Asl3. (Levante News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr