Dispersi sul Velino, i corpi sono stati trovati grazie al cane Simba

Dispersi sul Velino, i corpi sono stati trovati grazie al cane Simba
Approfondimenti:
ekuonews.it INTERNO

I corsi basici di questi formidabili animali si tengono a Ahrbergen in Bassa Sassonia e nel 2015 hanno effettuato anche dei corsi per abilitarli trovare cadaveri nelle acque.

Con lui in Valle Majolama c’è anche Bayla, un’altra femmina di pastore tedesco: sono cani speciali, addestrati per la ricerca di corpi umani.

– E’ stato Simba a trovarli sepolti sotto la neve, un pastore tedesco nato in Germania del Nucleo Carabinieri Cinofili di Bologna (ekuonews.it)

Su altri media

Lo stesso consiglio comunale, inizialmente previsto per il 26 febbraio, si terrà il 4 marzo con ordine del giorno che verrà comunicato nei termini previsti (L'Aquila Blog)

Oggi il tragico epilogo, con il ritrovamento di tre corpi e la localizzazione di un quarto, che verrà portato alla luce domani, clima permettendo I corsi basici di questi formidabili animali si tengono a Ahrbergen, in Bassa Sassonia; nel 2015 sono stati organizzati anche dei corsi specifici per abilitarli a trovare cadaveri in acqua. (Rete8)

Oggi il tragico epilogo, con il ritrovamento di tre corpi e la localizzazione di un quarto, che verrà portato alla luce domani, clima permettendo Con Simba, nato in Germania, tra i soccorritori in Valle Majolama c’è anche Bayla, una femmina di pastore tedesco; sono entrambi cani speciali, addestrati proprio per la ricerca di corpi umani. (Rete8)

Velino, Liris: "28 giorni che non dimenticherò"

Così il consigliere regionale della Lega Simone Angelosante, sindaco di Ovindoli (L’Aquila), sul ritrovamento di tre corpi dei quattro escursionisti avezzanesi dispersi sul monte Velino dal 24 gennaio scorso. (Onda Tv)

Le ricerche, durate quasi un mese, hanno coinvolto centinaia di soccorritori provenienti da tutta Italia. I tre corpi sono stati recuperati con l’elicottero e sono stati trasportati all’obitorio dell’ospedale di Avezzano (ChietiToday)

“Oggi è il momento del cordoglio, delle lacrime, della sofferenza, ma anche dell’abbraccio più accorato ai familiari, e del ringraziamento più sincero ai soccorritori”, conclude Assessore regionale: "È il momento del cordoglio, delle lacrime, della sofferenza". (Info Media News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr