Reggio Calabria: sit-in davanti Consiglio Regione di Associazioni, cittadini e imprese

Reggio Calabria: sit-in davanti Consiglio Regione di Associazioni, cittadini e imprese
Calabria News Calabria News (Interno)

La manifestazione, promossa da Libera, Libera di Reggio Calabria, la rete di ReggioliberaReggio e Libera Calabria, si svolge in concomitanza con la seduta del Consiglio regionale.

I manifestanti intendono cosi richiamare l’attenzione della politica sulla grave situazione igienico-sanitaria della città e di tanti altri centri della Calabria.

La notizia riportata su altri media

Per visualizzare il contenuto clicca sul pulsante Chiudi. La Direzione Aziendale del Grande Ospedale Metropolitano “Bianchi Melacrino Morelli” di Reggio Calabria comunica che in data odierna sono stati sottoposti allo screening per CoViD-19 165 soggetti. (CMnews.it)

L’eurodeputata Laura Ferrara porta all’attenzione della Commissione europea l’emergenza rifiuti di Reggio Calabria con apposita interrogazione. Ora ho deciso di portare a conoscenza della Commissione il caso specifico della Città Metropolitana di Reggio Calabria. (Telemia)

Si raccomanda alla cittadinanza in caso di sintomi sospetti di non recarsi al Pronto Soccorso, ma di rivolgersi al proprio Medico di Medicina Generale, al Pediatra, o di contattare il Numero Verde 1500 del Ministero della Salute o il Numero Verde 800 76 76 76 della Regione Calabria (ilMetropolitano.it)

La manifestazione pubblica, promossa da Libera, Libera di Reggio Calabria, la rete di ReggioliberaReggio e Libera Calabria, si è svolta in concomitanza con la seduta del Consiglio regionale. Guarda le foto – Emergenza rifiuti, la manifestazione di Libera sotto il Consiglio regionale a Reggio Calabria. (Quotidiano del Sud)

Tra le richieste, anche quella che la città possa avere un tasso più alto di conferimento di rifiuti negli impianti per consentire la raccolta. La manifestazione, promossa da Libera, Libera di Reggio Calabria, la rete di ReggioliberaReggio e Libera Calabria, si svolge in concomitanza con la seduta del Consiglio regionale. (ZMedia)

Si tratta di provare a costruire, con il concorso di una pluralità di forze, una piattaforma politica il più possibile ampia, al fine di dare voce alle istanze di progresso reclamate dalle comunità ferite del nostro Paese, e, in particolare, del Mezzogiorno d’Italia, territorio in perenne ritardo rispetto all’obiettivo di uno sviluppo sostenibile e a misura d’uomo. (Newz.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr