UniCredit: distribuzione dividendi 447 milioni in 2021, confermata politica distribuzione ordinaria del 50% utile netto sottostante

Yahoo Finanza ECONOMIA

Infine, sono in fase di sperimentazione sistemi capaci di auto-apprendere e di regolare in modo ottimale la pressione del sistema

Nel complesso, le azioni intraprese dal Gruppo vanno dalla promozione dell’efficienza energetica alla transizione energetica e rinnovabili.

Attraverso la realizzazione di nuovi impianti, l’obiettivo è produrre fino a oltre 30 milioni di metri cubi nel 2030.

Nel 2020 è quindi proseguito il percorso per rendere sempre più digitali anche i clienti e oltre il 34% riceve la bolletta elettronica. (Yahoo Finanza)

Ne parlano anche altri giornali

Realizzeremo una maggiore integrazione della tecnologia nelle nostre attività e semplificheremo il nostro modo di lavorare rimuovendo gli ostacoli che ci impediscono di fornire ai nostri clienti un servizio adeguato" Il gruppo bancario archivia il primo quarto dell'anno con utile di 887 milioni, a fronte dei 396 milioni indicati nelle stime degli analisti, e in decisa controtendenza con la perdita di 2,71 miliardi dello stesso periodo dello scorso anno determinata da rettifiche per il coronavirus e da poste straordinarie. (la Repubblica)

Si conferma la politica di distribuzione ordinaria del 50 per cento dell’utile netto sottostante, con il 30 per cento tramite dividendo in contanti (Finanzaonline.com)

Il periodo gennaio marzo si è chiuso con un utile di 887 milioni di euro, oltre il doppio delle attese degli analisti, tanto che il titolo viene premiato in borsa con un consistente rialzo. Presentando i bilanci del primo trimestre 2021 il nuovo amministratore delegato di Unicredit Andrea Orcel si è dimostrato possibilista riguardo ad un’acquisizione di Monte dei Paschi. (Il Fatto Quotidiano)

In rialzo anche i ricavi rispetto allo stesso trimestre del 2020: 4,7 miliardi di euro oggi, in aumento del 10,6% sul passato e del 7,1% anno su anno. Oltre il doppio quindi. (IL GIORNO)

AVVERTIMENTI E AUSPICI DI ORCEL. Tuttavia, ha avvertito Orcel, “qualsiasi trasformazione di questo tipo in un’istituzione delle dimensioni di Unicredit richiederà tempo. QUANDO SARA’ PRESENTATO IL NUOVO PIANO DI UNICREDIT. (Startmag Web magazine)

Per Unicredit, Mps varrebbe circa 3,6-3,8 miliardi dai precedenti 2,5 miliardi. L’alternativa è BancoBPM, che porterebbe ora circa 4 miliardi di Dta. (Wall Street Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr