Nazionale calcio femminile Afghanistan fugge in Pakistan

Nazionale calcio femminile Afghanistan fugge in Pakistan
Tuttosport SPORT

a nazionale di calcio femminile dell'Afghanistan, con i propri familiari, ha trovato rifugio in Pakistan.

La spedizione, composta complessivamente da 115 persone tra le giocatrici e le loro famiglie, è giunta ieri sera al confine di Torkham, dove è stata accolta da un funzionario della Federcalcio pakistana

(Tuttosport)

Ne parlano anche altre fonti

L'intera nazionale di calcio femminile dell'Afghanistan è, infatti, arrivata in Pakistan con i familiari, in cerca di un rifugio. Il dramma delle calciatrici afghane. (Giornale di Sicilia)

Le calciatrici che appartengono alla squadra nazionale femminile junior hanno dovuto affrontare le minacce dei talebani a causa del loro coinvolgimento nello sport (la Repubblica)

Da allora si erano nascoste per sfuggire ai talebani Le calciatrice con le famiglie - in totale 115 persone - hanno attraversato il confine di Torkham per raggiungere il Pakistan dopo che il governo ha rilasciato visti umanitari d'emergenza per agevolarle a lasciare il loro Paese a seguito della presa di potere dei talebani. (AGI - Agenzia Italia)

Il bus delle calciatrici afghane arriva in Pakistan

Il ministro federale pakistano per l'informazione, Fawad Chaudhry, ha dato il benvenuto alla squadra di calcio femminile dell'Afghanistan, precisando che "le calciatrici erano in possesso di passaporti afghani validi". (L'Unione Sarda.it)

Primo impatto per gli azzurri con l'impianto inglese che domani ospiterà la sfida di Europa League tra il Leicester e il. Si avvicina la sfida al Leicester, che può dire già tanto in chiave primo posto nel girone, e Luciano Spalletti deve far (Tutto Napoli)

Quasi tutti i membri della nazionale maggiore sono evacuate in Australia. Le giocatrici della nazionale giovanile di calcio femminile, di età compresa tra i 14 e i 16 anni, sono riuscite a lasciare il Paese in bus insieme ad alcuni familiari e sono giunte martedì sera al confine di Torkham. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr